Roma violenta (1975)

Pubblicato: 22 maggio 2011 in Poliziesco

roma violenta

Film dal valore storico indiscutibile: è qui che infatti nasce il personaggio del commissario Betti dai metodi spicci e brutali che combatte senza tregua la criminalità e non si fa scrupoli ad utilizzare metodi poco ortodossi pur di stangare i delinquenti. Dopo l’ottimo successo del bellissimo “La polizia incrimina, la legge assolve” la figura del commissario tutto d’un pezzo si stava delineando in maniera sempre più convincente e la produzione, per risparmiare il cachet di Franco Nero che era lievitato in maniera considerevole, decise di ripiegare su un attore che dal punto di vista estetico potesse avvicinarvisi il più possibile: la scelta ricadde su Maurizio Merli, che da quel momento interpreterà praticamente quasi sempre il ruolo dello “sbirro” e finirà per diventare un’autentica icona del genere. Poche storie: è Merli il commissario per antonomasia del poliziesco all’italiana. Oltre a quelli del commissario Betti (che interpreterà anche in altre 2 pellicole successive, “Napoli violenta” e “Italia a mano armata”) vestirà i panni del commissario Tanzi (in “Roma a mano armata” e “Il cinico, l’infame, il violento”),  Murri (in “Paura in città”), Mariani (ne “Il commissario di ferro”), Berni (in “Da Corleone a Brooklyn”) e Olmi (in “Un poliziotto scomodo”) senza disdegnare di calarsi nei panni dell’agente speciale (in “Poliziotto sprint”, “Poliziotto senza paura” e “Poliziotto solitudine e rabbia”).

romaviolenta1

romaviolenta2

La violenza, il terrore e la criminalità dilagano nella Capitale. Il commissario Betti (Maurizio Merli) combatte incessantemente il crimine e non va tanto per il sottile, in barba a tutti i codici di procedura. Dopo uno spettacolare inseguimento uccide a sangue freddo senza pietà un rapinatore, il “Chiodo” (John Steiner), e questo gli costa la sospensione dal corpo di polizia. Ma il suo spirito di giustizia non si placherà e quindi deciderà di unirsi ad un gruppo di vigilantes capeggiati dall’Avv. Sartori (Richard Conte). Brutale, rozzo, iperviolento e adrenalinico, “Roma violenta” è senz’altro uno dei titoli più rappresentativi del poliziesco all’italiana e Marino Girolami (padre di quell’Enzo G. Castellari che aveva diretto il film con Franco Nero cui questa pellicola dichiaratamente si ispira) dimostra di trovarsi a suo agio anche in un genere che non era solito frequentare. Il finale aperto e un po’ ambiguo è probabilmente premonitore in quanto proprio Girolami dirigerà (dopo l’intermezzo di Umberto Lenzi del secondo capitolo) il terzo e conclusivo film dedicato alle gesta di Betti.

romaviolenta3

romaviolenta4

Come al solito le musiche di questo genere di film sono fondamentali e gli immarcescibili Guido & Maurizio De Angelis, autentica garanzia di qualità, compongono uno score fenomenale (riutilizzando anche alcuni pezzi tratti da “La polizia incrimina, la legge assolve”, tra cui la celeberrima “Gangster story”). Imperdibile.

romaviolentatitoli

Cast principale:

Maurizio Merli

Ray Lovelock

John Steiner

Richard Conte

Regia: Franco Martinelli (Marino Girolami)

Edizioni in vhs: Number One

Edizioni in dvd: Federal

Formato video 1,85:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...