Sette note in nero (1977)

Pubblicato: 12 giugno 2011 in Giallo

sette note in nero

Dopo il bellissimo “Una lucertola dalla pelle di donna” Lucio Fulci ritorna, dopo 6 anni, al giallo/thriller onirico e parapsicologico con alcuni elementi fantastici legati alle visioni della protagonista. Siamo di fronte ad una pellicola estremamente raffinata ed elegante, girata in maniera impeccabile e sorretta da una sceneggiatura di ferro nella quale tutto si svolge in una sorta di gioco di incastri a vari livelli. Protagonista indiscusso è il Tempo, che può sembrare relativo (e per la protagonista in realtà lo è come non mai) ma che al tempo stesso è implacabile ed alla fine è scandito dalle sette note del carillon di un orologio; Fulci gioca fin dall’inizio con lo spettatore seminando indizi e false piste facendo un grande uso di “flashback” rivelatori (molto particolari) mantenendo sempre un’atmosfera di grande suspence. Non indugia affatto nel gore come farà negli anni a venire (eccezion fatta per il brevissimo prologo che introduce la storia) ma cala ugualmente, con grande maestria, lo spettatore in un clima di tensione che permea tutto il film.

settenote1

settenote2

Virginia (Jennifer O’ Neill) è dotata di poteri paranormali: già quando era bambina, mentre era in gita a Firenze con la scuola, aveva avuto la visione del suicidio di sua madre (Elizabeth Turner) mentre si lanciava nel vuoto dalle scogliere di Dover. Adesso, a distanza di molti anni, è ossessionata da altre visioni, sempre più insistenti: la più ricorrente è quella di qualcuno che viene murato vivo all’interno di una stanza dietro una parete di mattoni con un carillon in sottofondo. Sconvolta da queste visioni (e giungendo quasi al punto di svenire mentre è alla guida della sua macchina in autostrada) ne parla con lo scettico marito (Gianni Garko) e con un amico psicologo che si interessa di parapsicologia (Marc Porel). Recatasi in un casolare di campagna di proprietà della famiglia del marito per sovraintendere alcuni lavori di restauro, Virginia si rende conto di trovarsi nella stanza della sua visione. Imbracciato un piccone, butta giù una parete e riporta alla luce il cadavere di una giovane modella 25enne scomparsa 5 anni prima inguaiando di fatto il marito che ammette di aver avuto, a suo tempo, una relazione con la ragazza. A questo punto Virginia, per tentare di scagionare il marito, proseguirà nelle sue indagini mettendo sempre più a fuoco le sue visioni e scoprendo una verità ancor più terribile…

settenote3

settenote4

Ottime le musiche del trio Bixio, Frizzi, Tempera che compongono uno score nel quale spiccano un tema principale che può sembrare scarno ma che invece è geniale nella sua essenzialità (con 7 note di un carillon che si ripetono in loop) e una dolcissima canzone usata nei titoli di testa, “With you”, interpretata dalla giovane Linda Lee (al secolo Rossana Barbieri), una delle componenti del gruppo Daniel Sentacruz Ensemble. Dobbiamo purtroppo constatare che anche questo gioiellino non ha ancora goduto di un’edizione in dvd sul suolo italico; meno male che, già da qualche anno, ci sono venuti in soccorso i francesi con un’ottima edizione corredata della traccia audio italiana.

settenotetitoli

Cast principale:

Jennifer O’ Neill

Gianni Garko

Marc Porel

Gabriele Ferzetti

Evelin Stewart

Regia: Lucio Fulci

Edizioni in dvd: Neo Publishing (Francia)

Formato video 1,77:1 anamorfico

* AGGIORNAMENTO *

commenti
  1. silvianovabellatrix ha detto:

    Ricordo molto bene….:)

  2. paultemplar ha detto:

    Il Fulci che preferisco, che riesce a fare un gran film senza grossi mezzi, senza splatter ma soltanto con l’atmosfera. Cast adeguato, con la splendida Ida Galli e una fascinosa Jennifer O’ Neill; il cast maschile fa il suo.

  3. johntrent70 ha detto:

    Anch’io preferisco il Fulci d’atmosfera a quello splatteroso… infatti dei suoi horror quello che amo forse più di tutti è “Black cat”…

  4. Ken ha detto:

    dio che capolavoro! poteri continuare a vederlo e rivederlo.
    senza dubbio uno dei miei film preferiti

  5. Ken ha detto:

    potrei* =)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...