L’assassino ha riservato nove poltrone (1974)

Pubblicato: 23 ottobre 2011 in Horror

Image and video hosting by TinyPic

Il ricco Patrick Davenant (Chris Avram) è una persona alquanto stravagante: è proprietario di un antico castello e del relativo teatro che vi si trova all’interno ma lo tiene sempre chiuso e abbandonato. Una sera decide di far visitare il teatro ad un gruppo di amici ma ben presto si intuisce che questi amici non lo sono poi così tanto, giacchè all’interno del loro microcosmo serpeggiano invidie, rancori e gelosie: c’è Kim (Janet Agren), futura sposa di Patrick ma in realtà amante di Russell (Howard Ross), Vivian (ex fiamma di Patrick) col suo fresco marito, la figlia Lynn (Paola Senatore) e il di lei fidanzato che non risparmia battute al vetriolo su Kim e sull’interesse di costei verso i soldi del suo futuro marito, la strana coppia di lesbiche Doris e Rebecca (Lucretia Love e Eva Czemerys) e un giovane misterioso (Edoardo Filippone) che tutti credono essere amico di qualcuno del gruppo ma che in realtà sembra nessuno conosca davvero. Una volta al’interno del teatro cominciano a verificarsi strani eventi: una grossa trave di legno precipita improvvisamente dall’alto e per poco non uccide Patrick (una mano guantata di nero ha tagliato la corda che la reggeva). Poco dopo Kim, che sta improvvisando sul palco una performance da consumata attrice, viene pugnalata alla schiena davanti a tutti i presenti che assistevano in platea alla sua esibizione. Ma lo sgomento di ritrovarsi di fronte ad un omicidio non è nulla di fronte alla macabra scoperta che di lì a poco faranno gli ospiti del teatro: tutte le porte sono state sprangate dall’esterno e non ci sono vie di uscita. Di lì a poco la  seconda a morire è Doris, schiacciata in mezzo ad una sorta di porta scorrevole… e in questo crescendo di tensione ciascuno dei superstiti potrebbe essere l’assassino o, peggio, la prossima vittima…

novepoltrone1

novepoltrone2

Interessante pellicola diretta da Giuseppe Bennati ispirata al trito e ritrito canovaccio dei dieci piccoli indiani di Agata Christie (con i delitti che si susseguono inesorabili e con i protagonisti che sono tutti potenziali vittime o assassini e non possono fuggire da un luogo chiuso), ha caratteristiche proprie del giallo classico ma si concede il vezzo di inserire un elemento fantastico che, nel finale, dà una svolta imprevista allo svolgimento della vicenda e conduce ad un epilogo inaspettato. Cosa piuttosto inusuale, giacchè in alcuni gialli coevi accadeva il contrario: antichi fantasmi e maledizioni millenarie tramandate di generazione in generazione facevano credere allo spettatore che i delitti venissero commessi da misteriose presenze mentre invece i moventi erano più che terreni, così come gli assassini… Gli omicidi sono decisamente efferati e sanguinosi ed inoltre il cast femminile è davvero di tutto rispetto: Janet Agren, Lucretia Love, Eva Czemerys e soprattutto la bellissima Paola Senatore formano un gruppetto che lascia davvero senza fiato ed inoltre non lesinano nudità (solo la Schiaffino resta con i vestiti addosso fino alla fine).

novepoltrone3

novepoltrone4

Simpatico l’inizio “baviano” dei titoli di testa con i nomi degli attori accoppiati alle immagini dei singoli protagonisti mentre il tappeto sonoro fornito dalla musica lounge di Carlo Savina, in parte ripresa da “Contronatura” di Margheriti, completa l’opera. Stranamente e ingiustamente poco considerato anche dagli amanti del giallo all’italiana (forse a causa del finale decisamente controverso ma che a me personalmente piace) è invece un film che meriterebbe finalmente una riscoperta e magari una bella edizione in dvd e che invece sembra sparito misteriosamente nel nulla…

novepoltronetitoli

Cast principale:

Rosanna Schiaffino

Chris Avram

Eva Czemerys

Lucretia Love

Paola Senatore

Howard Ross

Janet Agren

Regia: Giuseppe Bennati

Edizioni in vhs: Shendene

commenti
  1. paultemplar ha detto:

    Davvero l’hai scritta tu questa recensione?
    Film brutto, con tensione pari a zero; ennesimo rifacimento di 10 piccoli indiani che si segnala solo per i cast femminile (quando si spoglia)
    Poi, de gustibus 🙂

  2. johntrent70 ha detto:

    Beh, può capitare di essere in disaccordo… 😀
    Io non lo trovo così brutto, anzi.

    • AlfredoRiva ha detto:

      Neanche io lo trovo così brutto, ma si sa, ho un debole per tutto ciò che sa di anni settanta.
      Una domanda: esiste un DVD decente di questa pellicola ? Perchè io sono riuscito a trovare solo un DivX ricavato da una VHS scalcinata…

  3. johntrent70 ha detto:

    No, finora nessun dvd. Io ho la vhs originale Shendene uscita in edicola oltre 10 anni fa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...