NO, il caso non è per niente risolto!

Pubblicato: 16 novembre 2011 in Avvisi ai naviganti

Image and video hosting by TinyPic

Nel nostro percorso di analisi e proposta di film di genere anni ’70 ci siamo di volta in volta lamentati della mancata presenza sul mercato italiano di alcuni titoli in dvd.

Tra questi il bellissimo “No, il caso è felicemente risolto” era un dvd personalmente molto atteso.

Orbene, la Eagle Pictures ha sì editato il film in dvd (in un master in formato 1,66:1 anamorfico) ma la qualità audio/video è decisamente insoddisfacente: il master è palesemente vecchio (anche se anamorfizzato) ed è fin troppo evidente che la pellicola non ha subito alcun “restauro”. A occhio mi sembra il vecchio master televisivo (certo non eccelso) che di tanto in tanto è passato sui canali di cinema satellitari negli ultimi anni.

Pollice verso quindi per la Eagle che ha maltrattato questa pellicola e che non ha mostrato rispetto per gli appassionati del buon cinema italiano.

Mi sembrava un’informazione doverosa.

commenti
  1. emmanuel ha detto:

    E’ incredibile poi che la Videa abbia dimenticato di mettere il nome di ENRICO MARIA SALERNO nella copertina del DVD. Il grande attore in questa pellicola fa una partecipazione ‘speciale’ anche nel senso letterale del termine perché è l’unico personaggio a capire che Cerusico è innocente, e dal finale originale, si capisce che farà riaprire il Caso NON ‘felicemente risolto’.

  2. johntrent70 ha detto:

    Ovviamente concordo sul ruolo determinante di Enrico Maria, anche se non ho approvato la scelta di farlo doppiare in napoletano per conferirgli un po’ di gigionesca simpatia in più (per la cronaca, io sono di Napoli)…
    Per quanto concerne la copertina non mi ero accorto di questa grave svista e quindi, oltre alla mediocre qualità tecnica del dvd, c’è anche questa lacuna… E dire che il nome di Enrico Maria poteva attrarre anche qualche acquirente in più, magari qualcuno che non conosceva il film ed era incuriosito dal titolo. Una mossa commerciale assolutamente sbagliata.
    Ma d’altronde ha fatto peggio ancora la o1 con un altro suo titolo, “Fango bollente”, pubblicato in una versione vergognosamente tagliata. E’ incredibile che nel 2012 (con tutto ciò che si vede al giorno d’oggi in tv) vengano ancora a propinarci prodotti censurati, in spregio agli autori e al loro lavoro. Purtroppo non tutte le etichette hanno rispetto per il nostro cinema, anzi…
    La ringrazio molto per il suo commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...