Il gatto a nove code (1971)

Pubblicato: 19 novembre 2011 in Giallo

il gatto a nove code

Secondo film giallo per Dario Argento dopo “L’uccello dalle piume di cristallo”, viene praticamente girato “su commissione” grazie all’enorme successo riscosso dal primo film soprattutto negli Stati Uniti. “Il gatto a nove code” è infatti una co-produzione italo-americana e ciò lo si evince soprattutto nella scelta dei protagonisti: James Franciscus e Karl Malden erano all’epoca attori famosi sicuramente più in patria che da noi. Il film vede l’esordio come sceneggiatore di Dardano Sacchetti e incontra nuovi problemi con il boss della Titanus Lombardo che, come già successo con “L’uccello…”, non si ritiene soddisfatto del lavoro finito e inizialmente ne blocca finanche la distribuzione. Alla fine il buon senso prevale, anche stavolta Argento non si piega di fronte alle intromissioni di Lombardo e il film esce con circa un mese di ritardo rispetto a quanto previsto. La lunga attesa premia lo sforzo di Argento perchè il film va benissimo all’estero ma anche in Italia incassando il doppio del primo: ciò permetterà ad Argento, da questo momento in poi, di non aver alcun tipo di problema con produttori e distributori ma sarà anche l’arma a doppio taglio che lo condannerà ad essere considerato soltanto un regista di thriller e gialli, frustrandone eventuali tentativi futuri di cimentarsi in altri generi (il fallimento de “Le cinque giornate” sarà la prova del 9 in tal senso e lo sbocco conclusivo nell’horror puro sarà la conseguenza finale).

gattonovecode

gattonovecode2

Un ex giornalista reso cieco da anni da un incidente, Franco Arnò (Karl Malden), durante una passeggiata serale con l’adorata nipotina di 8 anni Lori (Cinzia De Carolis) riesce a captare alcuni brandelli di conversazione tra due persone all’interno di un’auto parcheggiata nei pressi dell’Istituto Terzi, una avveniristica struttura all’interno della quale si conducono ricerche genetiche all’avanguardia. Quella stessa notte qualcuno si introduce all’interno dell’istituto dopo aver stordito il guardiano. Arnò, che abita di fronte, sente dei rumori sospetti ma ovviamente non può intervenire. Il mattino dopo, mentre la polizia interroga il guardiano e tutti i dottori e ricercatori dell’istituto per far luce sulla misteriosa effrazione che sembra non aver prodotto conseguenze, Arnò incontra casualmente il giornalista Carlo Giordani (James Franciscus). Ma c’è chi ha capito cosa è realmente successo durante la notte all’istituto: è il dottor Calabresi (Carlo Alighiero), uno dei ricercatori; per questa sua scoperta viene ripagato con la morte venendo spinto sotto un treno in stazione, luogo nel quale si era dato appuntamento nel pomeriggio con l’assassino. Per puro caso un fotoreporter (Vittorio Congia) riesce a scattare una foto proprio un istante prima che il Calabresi finisca sotto le rotaie e quando il giorno dopo Arnò viene a sapere della morte del ricercatore (che era proprio uno dei due uomini che chiacchieravano in auto la sera prima) decide di contattare l’autore del pezzo, ovvero Giordani. Da quel momento la strana coppia di detective formata dall’enigmista cieco e dal giornalista tenterà di far luce sulla vicenda e finirà anch’essa nel mirino del misterioso assassino: “C’era una volta un enigmista che assieme ad un giornalista decise di sapere perchè certa gente muore, così enigmista e giornalista finirono anche loro sulla LISTA…”

gattonovecode3

gattonovecode4

Anche per questa sua seconda fatica Argento si rivolge per le musiche al collaudatissimo Morricone che, come per la pellicola d’esordio del regista romano, si diverte anche stavolta a sperimentare sonorità particolari (soprattutto nelle scene di suspence e degli omicidi) impreziosendo il tutto con un tema “romantico” un po’ più classico che apre il film e che è di una bellezza sconvolgente. Un’autentica gemma.

gattonovecodetitoli

Cast principale:

James Franciscus

Karl Malden

Catherine Spaak

Pier Paolo Capponi

Tino Carraro

Cinzia De Carolis

Aldo Reggiani

Regia: Dario Argento

Edizione in Super 8: Silma (5 bobine da 180 mt)

Edizioni in vhs: Mondadori

Edizioni in dvd:

Anchor Bay (USA) e Medusa

Formato video 2,35:1 anamorfico

Edizioni in blu-ray: Arrow (UK)

Formato video 2,35.1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...