Shock (1977)

Pubblicato: 8 gennaio 2012 in Horror

shock

Ultimo capolavoro cinematografico del Maestro dell’horror italiano (e inventore del giallo all’italiana) Mario Bava, questo film del 1977 è una raffinata storia di fantasmi realizzata con 2 lire ma con effetti visivi molto efficaci, caratteristica di tutta la filmografia baviana (che con pochissimi mezzi e tante idee si inventava effetti speciali incredibili in economia che sembravano invece spettacolari e costosissimi). La storia nasce da un soggetto di Lamberto Bava (qui anche aiuto regista) sceneggiato in collaborazione con Dardano Sacchetti che, in origine, presentava il surreale e affascinante titolo “Al 33 di Via Orologio fa sempre freddo”; all’estero invece il film è stato anche rititolato “Beyond the door II” e spacciato come un seguito del bellissimo “Chi sei?” (il cui titolo internazionale è proprio “Beyond the door”) per la presenza nel cast del piccolo David Colin Jr. che, nel film di Assonitis appena citato, già ricopriva il ruolo di bimbo con poteri paranormali. Naturalmente tra le due pellicole non vi è alcun legame di sorta. Protagonista assoluta è invece una strepitosa Daria Nicolodi (all’epoca compagna di Dario Argento e sua musa ispiratrice) che sfoggia una prova attoriale di altissimo livello e si dibatte in un labirinto di follia e schizofrenia risultando decisamente credibile e inquietante (forse è la sua migliore interpretazione della carriera). Inutile dire che, soprattutto per la presenza della Nicolodi ma anche per una colonna sonora rockeggiante in stile Goblin, il film fu bollato superficialmente e frettolosamente (nonchè ingenerosamente) come sottoprodotto argentiano e non ebbe grandi consensi. Peccato, perchè si tratta invece di un’opera originale e ricca di fascino.

shock1

shock2

Dopo la morte del marito (suicida in seguito a depressione e droga), dal quale aveva avuto un figlio, Marco (David Colin Jr.), Dora (Daria Nicolodi) ritorna a vivere con il suo nuovo marito Bruno (John Steiner) nella sua bella ed elegante villa in campagna nella quale aveva vissuto con il primo coniuge e con il figlio fino al momento della tragedia. Appena rimette piede in casa comincia lentamente ad avvertire strane presenze, cade preda di allucinazioni e strane visioni in un crescendo di rumori, oggetti che si spostano da soli e scricchiolii (mentre Bruno è sempre fuori per lavoro perchè è pilota di linea) e nota atteggiamenti sempre più strani da parte del piccolo Marco che sembra aver stabilito una sorta di contatto telepatico con lo spirito del papà morto e minaccia di ucciderla…

shock3

shock4

Dicevamo della colonna sonora: viene realizzata dai Libra, gruppo italiano che effettivamente nelle sonorità ricorda non poco i Goblin ma direi che si trattava di un destino pressochè inevitabile. Se guardiamo la formazione notiamo che 2 su 5 dei componenti del gruppo avevano già suonato nei Goblin (Walter Martino e Maurizio Guarini) e un terzo vi sarebbe entrato di lì a poco (Carlo Pennisi). Il loro suono rock conferisce comunque al film la giusta atmosfera, ha una sua originalità (la main theme è energica e spettacolare) ed è una delle migliori colonne sonore italiane horror degli anni ’70. Bel film, sicuramente da recuperare.

shocktitoli

Cast principale:

Daria Nicolodi

David Colin Jr.

John Steiner

Ivan Rassimov

Regia: Mario Bava

Edizioni in vhs: Mondadori

Edizioni in dvd:

Anchor Bay (USA): formato video 1,85:1 anamorfico

Medusa: formato video 1,77.1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...