L’assassino è costretto ad uccidere ancora – Il ragno (1975)

Pubblicato: 13 febbraio 2012 in Thriller

Image and video hosting by TinyPic

Nel fitto sottobosco dei gialli/thriller di chiara matrice “argentiana” prodotti in Italia nella prima metà degli anni ’70 questo film diretto da Luigi Cozzi è senz’altro uno dei prodotti più originali e interessanti. E che si tratti di un film originale lo si evince dalle primissime scene: stavolta il volto del killer viene mostrato al pubblico fin dall’inizio e quindi non c’è nessun assassino da smascherare con guanti neri, impermeabile scuro e cappello. Cozzi, amico e collaboratore di Argento (era stato co-sceneggiatore di “4 mosche di velluto grigio”), ripercorre quindi le strade tracciate dal regista romano ma cerca di proporre delle novità e di discostarsi dai soliti cliché, dirigendo una pellicola tesa, non banale e ricca di situazioni che catturano l’attenzione dello spettatore incollandolo alla sedia. L’ispirazione del film è tratta dal romanzo di Giorgio Scerbanenco “Al mare con la ragazza” e nelle intenzioni della produzione doveva essere una sorta di prosecuzione ideale del bellissimo episodio “Il vicino di casa” (diretto dallo stesso Cozzi nel 1973 e facente parte della miniserie televisiva “La porta sul buio” ideata da Argento, quindi ecco che tutto torna). Realizzato nel 1973 ma uscito nel 1975 per problemi di censura, gli venne cambiato il titolo (“Il ragno”, mantenuto però nei titoli di coda) e venne tagliata la lunga scena del montaggio alternato dello stupro di Christine Galbo abbinato ai nudi integrali di Femi Benussi nella scena d’amore in macchina consumata con Alessio Orano. Fortunatamente le edizioni in dvd hanno recuperato il cut originale e quindi sono assolutamente integrali.

assassinocostretto1

assassinocostretto2

Dopo l’ennesimo litigio con la ricca moglie Norma (Tere Velasquez) l’architetto Mainardi (George Hilton) assiste casualmente all’occultamento di un cadavere da parte di un uomo misterioso (Antoine Saint-John) che spinge in un canale un’autovettura con una donna morta al volante simulando un incidente. Mainardi si avvicina all’uomo e gli chiede di uccidere sua moglie in cambio di una cospicua somma di danaro, pena la denuncia alla polizia per quanto avvenuto poc’anzi. Il killer accetta e il piano scatta la sera seguente: Mainardi si costruisce un alibi recandosi ad una festa con alcuni amici e preannuncia alla moglie la visita di un suo amico per un affare da concludere, pregandola di farlo entrare in casa ad aspettare il suo imminente ritorno. E così avviene: l’ignara signora Mainardi accoglie l’uomo in casa e viene dapprima strangolata e poi nascosta all’interno del bagagliaio dell’auto del killer. Ma ecco che accade l’imprevedibile: l’assassino rientra in casa per pulire le tracce e, al suo ritorno, scopre che qualcuno gli ha rubato la macchina! Si tratta di una coppia di giovani sbandati, Luca e Laura (Alessio Orano e Christine Galbo), che intendono recarsi in gita sul mare. A questo punto il killer ruba a sua volta un’auto e si lancia all’inseguimento dell’ignara coppia…

assassinocostretto3

assassinocostretto4

 Ultime curiosità: nella scena all’interno del cinema in cui Hilton e Saint-John cominciano a discutere termini e modalità del loro piano criminale il film che si vede proiettato sullo schermo è “Il tunnel sotto il mondo”, opera prima di Cozzi girata nel 1969. Inoltre l’accendino che Hilton sottrae al killer per ricattarlo riporta l’incisione di due iniziali (D.A.), evidente omaggio a Dario Argento… Da vedere.

assassinocostrettotitolI

Cast principale:

George Hilton

Antoine Saint-John

Christine Galbo

Alessio Orano

Femi Benussi

Eduardo Fajardo

Regia: Luigi Cozzi

Edizioni in dvd: Mondo Macabro (USA) e Perseo

Formato video 2,35:1 anamorfico

commenti
  1. Admiral Benbow ha detto:

    L’assassino è costretto ad uccidere ancora, ed io sono costretto ad acquistare questo dvd 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...