Napoli violenta (1976)

Pubblicato: 29 aprile 2012 in Poliziesco

napoli violenta

Secondo capitolo (dopo “Roma violenta”) della trilogia dedicata al commissario Betti che, sempre interpretato da Maurizio Merli, ritorna a combattere il crimine (nel film precedente il nostro eroe era stato sospeso dal corpo di polizia a causa dei suoi metodi). In cabina di regia il testimone passa da Marino Girolami a Umberto Lenzi, già specialista del genere noir/poliziesco, e la città “violenta” del titolo stavolta non è più Roma ma bensì Napoli (dopo Milano e, di lì a poco, Torino). Lenzi sa come sfruttare a dovere non solo le capacità attoriali di Merli ma anche le sue doti atletiche (avendolo già diretto nei panni del commissario in “Roma a mano armata”) e quindi spinge ancora di più il pedale sulla violenza, sull’azione e sugli inseguimenti mozzafiato (memorabili soprattutto quello con la moto di Elio Zamuto lanciata a folle velocità in giro per la città e quello con Merli appollaiato sul tetto della funicolare di Montesanto, senza controfigura, a pochi centimetri di distanza dai cavi dell’alta tensione!). Anche gli omicidi sono brutali e spietati, ai limiti dello splatter: vale la pena citare la scena della malcapitata con la testa fracassata fuori dal finestrino contro la funicolare che sopraggiunge in senso inverso, la morte di Luciano Rossi che scivola nel tentativo di scavalcare un cancello e rimane con la gola infilzata da uno spuntone e il regolamento di conti di cui è vittima Franco Odoardi (la sua testa si trasformerà in… birillo da bowling). E il finale con il piccolo Gennarino (Massimo “Man before your time” Deda), scugnizzo simbolo del film, è amaro e decisamente non consolatorio. Bellissimo.

napoliviolenta1

napoliviolenta2

Il commissario Betti rientra in servizio e giunge a Napoli, dove si trova a fronteggiare la criminalità più disparata (dai ladri di auto e di appartamento al racket sui commercianti passando per le rapine in grande stile). Dapprima riesce ad assicurare alla giustizia un rapinatore di gioielli intercettato presso un ricettatore e poi tocca ad una coppia di balordi che, dopo essere penetrati in casa del facoltoso imprenditore Gervasi (Silvano Tranquilli), erano stati messi in fuga dall’allarme ma avevano portato via con loro la signora Gervasi (Maria Grazia Spina), successivamente violentata e seviziata. In queste vicende si incastrano anche i loschi traffici del potente boss della camorra ‘O Generale (Barry Sullivan) che, tra le altre cose, taglieggia i commercianti per fargli pagare il pizzo e stringe un patto con Francesco Capuano (John Saxon) che dovrebbe finanziare alcuni suoi colpi. Betti è sulle tracce di entrambi e anche su quelle di Francesco Casagrande (Elio Zamuto), un losco criminale specializzato in rapine che vive in regime di semilibertà e che ha l’obbligo di firmare ogni giorno alle 13 un registro in questura. Un giorno compie una sanguinosa rapina ad una agenzia di assicurazioni e uccide anche un agente speciale; la rapina avviene alle 12:50 in un punto che si trova al lato opposto della città rispetto alla questura ma, con l’aiuto di un complice a bordo di una potente moto, Casagrande riesce a presentarsi alla firma alle 13 in punto dopo una folle e spericolata corsa per le vie di Napoli, costituendosi così un alibi perfetto. Ma al secondo tentativo non gli andrà così bene…

napoliviolenta3

napoliviolenta4

Le ultime 2 parole le spendiamo per la colonna sonora semplicemente strepitosa del grandissimo Franco Micalizzi che arricchisce il suo inconfondibile funky groove affiancando dei mandolini alla sua sempre corposa sezione di fiati (autentico marchio di fabbrica e garanzia di qualità), richiamando in questo modo l’atmosfera, il folklore e un certo “sound” napoletano. Adrenalinica, potente, mozzafiato: è senza ombra di dubbio una delle colonne sonore più belle dell’intero filone.

napoliviolentatitoli

Cast principale:

Maurizio Merli

Barry Sullivan

John Saxon

Elio Zamuto

Silvano Tranquilli

Maria Grazia Spina

Edizioni in vhs: Number One

Edizioni in dvd: Federal

Formato video 2,35.1 anamorfico

commenti
  1. LEONARDO ha detto:

    GRANDIOSO MERLI , IO HO SIA IL FILM IN DVD CHE LA COLONNA SONORA DI NAPOLI VIOLENTA . TRIONFALE MICALIZZI PER QUELLE MUSICHE ,. BRAVISSIMO ANCHE ZAMUTO IL DOTTOR PROCTON DI GOLDRAKE è UGUALE.
    INSEGUIMENTI MOZZAFIATI . E IL NOSTRO MAURIZIO SOPRA LA FUNICOLARE SENZA PAURA CHE INSEGUE IL DOTTOR PROCTON CHE QUI Fà LA PARTE DEL CATTIVO. MI SON FINITO I TIMPANI CON QUELLA FANTASTICA MUSICA DI FRANCO MICALIZZI. LA PIU BELLA COLONNA SONORA DEI POLIZZIOTTESCHI ALL ITALIANA E FILM MAGNIFICO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...