Profumo di donna (1974)

Pubblicato: 22 ottobre 2012 in Drammatico

profumo di donna

Tratto dal romanzo “Il buio e il miele” di Giovanni Arpino, “Profumo di donna” è certamente uno dei film più belli e giustamente celebrati del nostro cinema, indipendentemente dai riconoscimenti nazionali e internazionali (comunque pochi, per me) ricevuti (2 nominations agli Oscar nel 1974 come miglior film straniero e migliore sceneggiatura non originale, premio a Gassman come miglior attore al festival di Cannes, 2 David di Donatello a Gassman e Risi). Anche perchè ci sono tantissimi film che non hanno vinto neanche un premio regionale e che sono autentici capolavori, quindi… La storia è molto triste e densa di amarezza ed è ottimamente sceneggiata dallo stesso Risi che, come molti suoi colleghi maestri della commedia italiana (Comencini, Magni, Monicelli, Scola), si è anche cimentato nel genere drammatico con risultati eccellenti. Ad aiutarlo nel compito contribuisce in maniera determinante la prova attoriale semplicemente grandiosa di un autentico mostro come Vittorio Gassman, per il quale non bastano i superlativi. Il suo è un personaggio caustico, cinico, irriverente e deciso che, al contempo, nasconde una tristissima fragilità di fondo. Al suo fianco troviamo il giovane Alessandro Momo, fresco reduce del “Malizia” di Samperi, anch’egli bravo e tragicamente mancato troppo presto. Menzione speciale anche per la bellissima Agostina Belli dall’aria trasognante e innamorata: i suoi occhi e il suo sorriso bucano lo schermo e vanno dritti al cuore… Maluccio invece Sergio Di Pinto (doppiato da Michele Gammino e non mi so spiegare il perchè): il suo personaggio è volutamente sgradevole ma forse poteva essere reso in maniera meno pacchiana (il buon Sergio farà di meglio negli anni a venire, quando si specializzerà nel ruolo di burino coatto de borgata). Curiosità: il personaggio interpretato da Torindo Bernardi è doppiato da Giacomo Furia.

profumodidonna1

profumodidonna2

L’ex capitano dell’esercito Fausto Consolo (Vittorio Gassman), reso non vedente da un esplosione e per questo mandato in congedo, decide di recarsi da Torino a Napoli per raggiungere un altro ex ufficiale e vecchio amico, Vincenzo (Torindo Bernardi), anch’egli cieco e vittima del suo stesso dramma. Per i suoi meriti speciali l’esercito assegna a Fausto in qualità di attendente un giovane militare di leva in permesso premio, Giovanni Bertazzi (Alessandro Momo). Fin dal loro primo incontro Fausto, incattivito dalla triste sorte toccatagli, si mostra cinico e sprezzante e lo deride con sarcasmo chiamandolo Ciccio; inoltre si lancia in lunghissimi monologhi filosofeggiando sul senso della vita e della morte, snocciolando le sue esperienze di vita con l’altrui sesso. I due si mettono in viaggio in treno e Giovanni mostra enorme pazienza e autocontrollo dinanzi alle continue provocazioni dialettiche di Fausto; dopo due tappe intermedie (una a Genova e l’altra a Roma) i due giungono a Napoli e Fausto si ricongiunge finalmente col suo vecchio amico Vincenzo. Ad aspettarlo però c’è anche la giovane Sara (Agostina Belli), figlia di Vincenzo, da anni perdutamente innamorata di lui. Fausto ne è consapevole ma la respinge e la dileggia facendole pesare la differenza d’età per allontanarla da lui. Il soggiorno napoletano trascorre tra grandi mangiate e spensierate bevute ma in realtà lo scopo del viaggio di Fausto si rivela agghiacciante: i due vecchi commilitoni, non riuscendo a rassegnarsi alla loro triste condizione, hanno deciso di riunirsi per l’ultima volta per uccidersi a vicenda. E così, una notte, si odono due colpi di pistola…

profumodidonna3

profumodidonna4

Inutile dire che il remake a stelle e strisce del 1992 (“Scent of a woman”) diretto da Martin Brest e interpretato da Al Pacino e Chris O’ Donnell non solo non regge il confronto con l’originale ma anzi si rivela del tutto inutile, patetico e quasi ridicolo. Perfino un grande come Al Pacino viene schiacciato dall’immenso Gassman, non scherziamo proprio… Buone le musiche di Trovajoli, con un tema principale triste e delicato che cala immediatamente lo spettatore nel clima amaro della pellicola. Splendido.

profumodidonnatitoli

Cast principale:

Vittorio Gassman

Alessandro Momo

Agostina Belli

Moira Orfei

Torindo Bernardi

Regia: Dino Risi

Edizioni in dvd: 01

Formato video 1,85.1 letterbox

commenti
  1. mimmo ha detto:

    Laura Antonelli e Alessandro Momo rimangono all’interno della mia vita non solo per l’interpretazione magistrale dei ruoli in cui erano protagonisti ma anche per l’affetto che hanno suscitato attrverso questi personaggi cosi’ indubbiamente reali.
    Grazie a voi ovunque voi siate.
    A Laura dico che donne come lei sono rare. Desiderei porterle esprimere tutta la mia riconoscenza e pensare che nella sua quotidiana umiltà serba dentro di se la gioia di essere stata in milioni di cuori e di un cielo di pensieri.
    Ciao continua a vivere il tuo sogno senza rimpianti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...