E’ nato “De-Genere”

Pubblicato: 6 gennaio 2013 in Avvisi ai naviganti

de-genere

Con l’arrivo della Befana è nato De-Genere.

Era da un po’ che riflettevo sulla possibilità di ampliare l’arco temporale di questo blog spingendomi (ma non troppo) prima e dopo gli anni ’70. Lo stimolo mi è stato dato da qualche commento nel quale si citavano pellicole che, pur non appartenenti al magico decennio, erano in qualche modo ascrivibili allo stesso per le tematiche e/o per la naturale evoluzione-involuzione dei generi: si sa che molti generi sono nati negli anni ’60, altri si sono sviluppati e/o estinti nel decennio a venire e altri ancora hanno avuto una degnissima appendice negli anni ’80. Per continuare il nostro discorso cinematografico ho pensato che fosse quindi opportuno creare un altro spazio nel quale discorrere in libertà del cinema italiano anche al di fuori degli anni ’70. E, per non confondere troppo le acque, ho preferito creare un nuovo blog, alternativo a questo ma al tempo stesso complementare, che abbracciasse gli anni ’60 e gli anni ’80 (tutto ciò che viene dopo gli ’80 non mi interessa).

Perchè “De-Genere”? Perchè comunque si chiacchiera sempre di cinema italiano di genere dai ’60 fino alla sua “degenerazione”.

Chi vuole accodarsi nella lettura è il benvenuto… 🙂

commenti
  1. Benbow ha detto:

    e ci accodiamo volentieri! 🙂

  2. Carlo ha detto:

    Ottimo, infatti non poteva mancare nelle recensioni il capostipite dei thriller italiani anni 70, cioè
    lo splendido 6 donne per l’assassino di Mario Bava, 1964.

  3. AlfredoRiva ha detto:

    Bene, fa piacere vedere che interagire con le persone che hanno le tue stesse passioni può dare buoni frutti. Il discorso della specializzazione ha i suoi fondamenti, ma forse basterebbe creare una certa integrazione tra i blog, o addirittura, ad un certo punto, unificarli dividendoli però in sezioni distinte, magari per anno e non per decennio (la timeline temporale è secondo me imprescindibile, altrimenti facciamo solo un gran pastrocchio…).
    Concludo dicendo che anche per me tutto quello che viene dopo gli anni ’80 non va preso in considerazione, anzi, aggiungo che personalmente non prenderei in considerazione neanche la seconda metá degli anni ’80, ma mi rendo conto che si tratta di un’opinione strettamente personale (anche se non priva di fondamento).
    A risentirci presto.

  4. johntrent70 ha detto:

    Rispondo sinteticamente a tutti:
    Non credo che mi spingerò molto oltre il 1985…
    “Sei donne per l’assassino” è ovviamente un titolo imprescindibile.
    La specializzazione resta un punto cardine ma alcuni titoli sono fuori dal decennio settantiano per un pelino e sarebbero perfettamente ascrivibili agli anni ’70 (“Interrabang”, “I ragazzi del massacro”, “Inferno”, “La cicala” etc.); Rudolff ha introdotto il simbolo della radice quadrata ma non avrebbe potuto farlo senza conoscere le tabelline…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...