Appassionata (1974)

Pubblicato: 7 aprile 2013 in Erotico

appassionata

Morboso e pruriginoso come sovente al cinema di genere italiano anni ’70 piaceva essere, questo film è una specie di sotto-Lolita all’italiana nel quale sono presenti due future stelline come Eleonora Giorgi e Ornella Muti, qui davvero giovanissime (la Giorgi aveva 21 anni e la Muti addirittura 19) e in grado di solleticare a dovere gli appetiti e la curiosità del pubblico: entrambe le ragazze, che interpretano due liceali sedicenni, non disdegnano di spogliarsi anche integralmente full frontal e direi che, in una ipotetica e pleonastica sfida tra le due (pur preferendo il vostro affezionatissimo, in linea generale, la Muti), vince nettamente e anche per distacco la bellezza ancora acerba ma sfrontata della Giorgi (memorabile la scena in cui rimane in giarrettiera e reggicalze!). Il regista Gian Luigi Calderone, futuro regista di fiction televisive per la Rai e già assistente di Bertolucci, si districa con disinvoltura tra diversi temi scottanti (pedofilia e incesto, mica roba da ridere!) e dirige una storia difficile dai risvolti drammatici senza mai scadere nella volgarità, con un ritmo scientificamente lento e senza mettere subito in piazza nudità o scene erotiche (che entreranno abbondantemente in scena nella seconda parte). Ad aiutarlo contribuiscono naturalmente il sempre bravissimo e misurato Gabriele Ferzetti, le grazie muliebri della Giorgi e della Muti di cui abbiamo già detto e una Valentina Cortese che regala l’ennesimo personaggio di donna nevrotica della sua carriera.

appassionata1

appassionata2

Eugenia (Ornella Muti) e Nicola (Eleonora Giorgi) sono due adolescenti compagne di classe che si ritrovano spesso a studiare insieme. La madre di Eugenia (Valentina Cortese) soffre di disturbi mentali e trascorre intere giornate al pianoforte ad eseguire l’ “Appassionata” di Beethoven mentre suo padre Emilio (Gabriele Ferzetti), uomo di mezza età ancora piacente e interessante, è un dentista affermato. Eugenia adora morbosamente suo padre mentre invece nutre un profondo sentimento di disprezzo per la madre, che sovente maltratta. Emilio viene preso di mira dalla disinibita compagna di Eugenia che, con la scusa di farsi visitare un molare, chiede che le venga praticata l’anestesia e poi, fingendo di aver perso lo stato di coscienza in seguito alla stessa, lo seduce senza tanti preamboli. Dopo aver consumato questo fugace rapporto sessuale con la giovane, Emilio è turbato e confuso; intanto le condizioni mentali della moglie peggiorano e si rende necessario un ricovero in una clinica psichiatrica. La tresca con la giovane Nicola va dunque avanti, anche perchè le occasioni per incontrarsi diventano sempre più frequenti; Eugenia comincia ad intuire qualcosa e si ingelosisce. Dapprima fa credere al padre che una delle sue compagne di scuola sia incinta (e qui l’uomo comincia a tremare perchè teme che si tratti di Nicola) e una notte, approfittando del buio, della stanchezza del genitore e della sua conseguente poca lucidità, si infila nel suo letto…

appassionata3

appassionata4

Molto belle, romantiche e classicheggianti le musiche del Maestro Piero Piccioni: il tema principale per pianoforte e orchestra è una vera perla, da ascoltare e riascoltare per sognare ad occhi aperti…

appassionatatitoli

Cast principale:

Eleonora Giorgi

Ornella Muti

Gabriele Ferzetti

Valentina Cortese

Ninetto Davoli

Regia: Gian Luigi Calderone

Edizioni in dvd: Minerva

Formato video 1,85:1 letterbox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...