La morte negli occhi del gatto (1973)

Pubblicato: 1 marzo 2015 in Giallo

la morte negli occhi del gatto

In un periodo in cui l’ horror gotico italiano è ormai in netto declino il grande Anthony Dawson (al secolo Antonio Margheriti) è uno degli ultimi ad abbandonare un genere che gli ha dato tante soddisfazioni. Come un capitano coraggioso di lungo corso insiste dunque nel proseguire su questa rotta ma si adegua alle nuove esigenze commerciali (siamo nel periodo in cui sono i gialli “argentiani” a farla da padrone e il gatto nel titolo è una palese forzatura in questo senso) e dirige questo affascinante film che nasconde la sua venatura gialla dietro una elegante patina da horror gotico, appunto. Gli elementi orrorifici ci sono proprio tutti: l’ antico castello, una terribile maledizione familiare, misteriose presenze, bare vuote e, dulcis in fundo, un enorme gattone che è testimone oculare di tutti i delitti… Potremmo dire che con questa opera Margheriti va a collocarsi idealmente e temporalmente subito dopo il fenomenale dittico di Emilio P. Miraglia “La notte che Evelyn uscì dalla tomba” e “La dama rossa uccide sette volte”, componendo quasi una ideale trilogia. Il soggetto originale deriva dal racconto “Corringa” di Peter Bryan, riveduto e corretto in sede di sceneggiatura dal regista e da Gianni Simonelli e la protagonista principale è la bella Jane Birkin… Sì, proprio lei: la voce sussurrante della celeberrima canzone “Je t’aime, moi non plus” interpretata in coppia col marito Serge Gainsbourg, anch’ egli presente in un piccolo ruolo. Il belloccio che la affianca e del quale dovrà per forza di cose innamorarsi è Hiram Keller (che ricordo nel “Satyricon” di Fellini) mentre il resto del cast è composto dall’ improbabile prete Venantino Venantini, dall’ inserviente Luciano Pigozzi (il Peter Lorre italiano onnipresente nei film di Margheriti), dal dottore Anton Diffring (faccia scultorea vista in innumerevoli film di guerra dove interpretava sempre il ruolo di ufficiale tedesco), dalla conturbante Doris Kunstmann e dalle attempate Dana Ghia e Francoise Christophe. Pompose e un po’ decadenti le musiche di Riz Ortolani che accompagnano a dovere l’ atmosfera tetra e lugubre degli interni del castello, ottimamente fotografata da Carlo Carlini. Buono.

lamortenegliocchidelgatto1

lamortenegliocchidelgatto2

La storia si svolge in un antico castello situato nelle campagne scozzesi di proprietà di lady Alicia Mac Grieff (Dana Ghia). Nella sinistra magione Lady Alicia vive con suo figlio James (Hiram Keller), ragazzo con problemi mentali che vive un po’ isolato dal mondo e che nasconde nelle segrete un orango scappato da un circo. Ospiti temporanei del castello sono Lady Mary (Francoise Christophe), sorella di Lady Alicia, il suo amante dottor Franz (Anton Diffring), il reverendo Robertson (Venantino Venantini) e la giovane e piacente Suzanne (Doris Kunstmann), ivi presente per dare lezioni di francese a James. Il quadro viene completato dalla inaspettata visita della giovane e ribelle Corringa (Jane Birkin), figlia di Lady Alicia, espulsa dal collegio londinese dove stava studiando. Il clima familiare non è propriamente dei migliori e l’ atmosfera inquietante del castello inizia a suggestionare Corringa, allarmata anche da un’ antica maledizione che graverebbe sulla sua famiglia: se un membro dei Mac Grieff dovesse essere ucciso da un suo consanguineo si trasformerebbe in un vampiro. Durante la notte Lady Alicia viene uccisa, soffocata nel sonno con un cuscino. Tutti sono sconvolti ma Mary, per stornare i sospetti dai membri della famiglia, convince Franz a redigere un falso certificato di morte dichiarando che si tratta di una morte naturale. Durante la cerimonia funebre il gatto di famiglia salta sulla bara e ciò terrorizza i presenti perchè la leggenda racconta che se un gatto segue una bara chi è all’ interno della stessa è un vampiro. Mary ordina quindi all’ inserviente Angus (Luciano Pigozzi) di rinchiudere il gatto nella cappella per non alimentare più altre dicerie. La notte successiva Angus si reca nuovamente nella cappella ma trova la bara di Lady Alicia vuota e viene sgozzato con un rasoio… Gli omicidi non si fermeranno qui…

lamortenegliocchidelgatto3

lamortenegliocchidelgatto4

lamortenegliocchidelgattotitoli

Cast principale:

Jane Birkin

Hiram Keller

Dana Ghia

Doris Kunstmann

Francoise Christophe

Anton Diffring

Venantino Venantini

Regia: Anthony M. Dawson (Antonio Margheriti)

Edizioni in vhs: Avo

Edizioni in dvd: Surf

Formato video 2,35:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...