Nuda per Satana (1974)

Pubblicato: 8 marzo 2015 in Horror

nuda per satana

“Colui che ha pattuito con lui gli appartiene…”

Delirio psichedelico e cinema “allucinato” come negli anni ’70 solo noi italiani sapevamo fare: sembra quasi di assistere ad una trasposizione sullo schermo di uno dei tanti fumetti sexy per adulti di carattere orrorifico (Il Vampiro, Lo scheletro, Zora, Wallestein e simili) che in quel periodo storico (la prima metà degli anni ’70) stavano inondando le edicole. L’ atmosfera della tipica villa maledetta situata nelle antiche campagne inglesi (e pazienza se il film è girato in Ciociaria!) c’ è tutta, così come i nomi dei protagonisti Susan Smith e William Benson! Ciò che avviene al suo interno, poi, sembra veramente uscito di peso da uno dei famigerati albi a fumetti letti da bambino di nascosto dai genitori o dal barbiere… Visionario, delirante e psicotronico, “Nuda per Satana” è uno di quei film che vanno assolutamente visti perchè raccontati perdono il 90% del proprio potenziale: la pochezza della messa in scena è disarmante, così come qualche dialogo ai confini della realtà ed effetti speciali alquanto casarecci (nessuno potrà mai dimenticare il ragnone gigante di cartapesta, terrorizzante quanto un peluche)… Eppure qualche guizzo c’ è e la visione non è affatto spiacevole, anzi. Chi bazzica su questa pagina sa bene che qui c’ è una netta avversione per termini tronfi e magniloquenti quali “trash”, “serie z”, “cheap” e dintorni. Di questo film ho sempre letto ovunque peste e corna (quasi una sorta di gara a chi lo stronca di più) ma se una pellicola viene qui catalogata è perchè sicuramente ha in sé qualcosa di interessante da dire (o meglio mostrare), a dispetto della critica più o meno ufficiale. Si parte innanzitutto dalla bellezza assoluta della protagonista femminile Rita Calderoni che corre nuda full frontal tra i boschi dopo pochi secondi e ci fa già capire a cosa andiamo incontro… Sostengo da sempre che, tra le tante starlettes che hanno attraversato l’ epoca d’ oro del cinema di genere italiano anni ’70, la Calderoni sia stata troppo sottovalutata e sicuramente celebrata molto meno di quanto avrebbe meritato, soprattutto rispetto ad altre colleghe meno dotate (sotto ogni punto di vista). Ma il film non si limita ai soli nudi della Calderoni (che sono comunque un importantissimo valore aggiunto); è un horror gotico con notevoli invenzioni visive condite da importanti spruzzate di erotismo e che racchiude in sé una forte dimensione onirica: i 2 protagonisti, un uomo e una donna, affrontano i loro alter ego come se fossero quasi sospesi in una dimensione spazio-temporale parallela. Accompagnato dalle buone musiche di Alberto Baldan Bembo, Luigi Batzella (che si firma col solito pseudonimo Paolo Solvay) scrive e dirige un bizzarro cocktail che va assolutamente visto senza preconcetti…

nudapersatana1

nudapersatana2

Il Dott. William Benson (Stelio Candelli, un po’ il Jack Palance de noantri) è stato chiamato d’ urgenza in piena notte al casolare dei Whitmore e sta percorrendo con la sua auto una strada di campagna tortuosa e sterrata. La visione di una donna nuda (Rita Calderoni) coperta da un lenzuolo bianco lo manda fuori strada a schiantarsi contro una roccia. Il poveretto perde momentaneamente i sensi ma, dopo essersi ripreso, ode il rumore di un forte schianto: un’ altra automobile ha avuto un incidente. William presta soccorso alla donna che era al volante, Susan Smith, che, sconvolta e in stato confusionale, perde anch’ essa i sensi. La donna è pressochè identica a colei che gli era apparsa nuda poc’ anzi… A questo punto il buon dottore cerca aiuto in una villa che si trova lì nei pressi e viene accolto da un misterioso individuo (James Harris). Mentre girovaga tra le stanze gli appare una donna identica a Susan che, vestita con abiti da dama ottocentesca, gli si getta al collo e lo bacia con trasporto chiamandolo Peter… Dopo un po’ Susan rinviene e si reca anch’ essa alla villa, sempre accolta dall’ ineffabile individuo di cui sopra, che le offre ospitalità. Dopo un bagno ristoratore e una notte trascorsa con strani incubi Susan incontra nel giardino un uomo identico a William, anch’ egli agghindato con abiti d’ epoca, che le dichiara il suo amore e la chiama Evelyn… William e Susan si sono praticamente confrontati con 2 doppi identici a loro, 2 persone (Peter e Evelyn) che hanno stipulato un patto con Satana e le cui anime, da anni e anni, sono intrappolate nella villa e non riescono a incontrarsi. Ma queste 2 identità potrebbero anche rappresentare la loro metà oscura, un’ altra faccia della loro personalità…

nudapersatana3

nudapersatana4

Come già detto questa pellicola di Batzella ha una forte componente erotica e la Calderoni, oltre a sfoggiare dei superbi nudi integrali full frontal, si produce anche in una infuocata scena lesbo. Tuttavia, come avvenuto per altri film italiani anni ’70, di questa pellicola esiste anche una versione hard core (ebbene sì!) destinata al mercato estero: la versione con gli inserti hard (6 in totale), palesemente posticci e interpretati da controfigure (la scena lesbo della Calderoni iniziata nel bagno prosegue altrove con 2 controfigure palesemente diverse e inquadrate chiaramente in viso), è disponibile in dvd grazie ad un’ edizione olandese di buona qualità (ma col video in letterbox) che presenta anche l’ audio italiano. Naturalmente si tratta solo di una mera curiosità in quanto questa versione hard non aggiunge alcunché di interessante al film, anzi. Sicuramente è da preferire l’ edizione italiana in dvd senza inserti e con il video anamorfico.

nudapersatanatitoli

Cast principale:

Rita Calderoni

Stelio Candelli

Iolanda Mascitti

James Harris

Regia: Paolo Solvay (Luigi Batzella)

Edizioni in dvd:

Image (USA) e Sodementedcinema (Olanda): Formato video 2,35:1 letterbox

Rarovideo: Formato video 2,35:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...