La polizia interviene: ordine di uccidere! (1975)

Pubblicato: 18 maggio 2015 in Poliziesco

la polizia interviene

Buon poliziesco all’ italiana diretto da Giuseppe Rosati che riprende in un certo qual modo le tematiche nere, complottiste ed eversive di 2 capolavori di Sergio Martino quali “Milano trema: la polizia vuole giustizia” e, soprattutto, “La polizia accusa: il servizio segreto uccide”. Siamo indubbiamente lontani dai prototipi “martiniani” che sono nell’ olimpo del genere ma il film di Rosati è comunque interessante se non altro perchè introduce una nuova figura di funzionario di polizia nel genere poliziesco: non il solito commissario di ferro ma bensì un giovane capitano (che ha la presenza fisica di Leonard Mann, futuro commissario sotto l’ egida di Mario Caiano) che coltiva anch’ egli ideali di giustizia a tutti i costi e mira a sgominare il crimine ma che, al contempo, si mostra comunque con le sue umane debolezze. Nel genere poliziesco il commissario è solitamente sempre preso e compreso dalla ferrea lotta alla delinquenza 24 ore su 24, è una sorta di animale solitario e non ha molto tempo da dedicare ad una moglie in primis o, tuttalpiù, ad una fidanzata fissa, tranne qualche eccezione. E in queste eccezioni mai e poi mai si sogna di tradire la sua donna, anche perchè un vero eroe non deve tradire mai per non giocarsi l’ affetto del pubblico. Orbene, stavolta il nostro bel poliziotto ha sì una fidanzata ufficiale (Antonella Murgia), maestrina elementare piuttosto anonima fisicamente ma di sani principi e che sogna di sposare, ma ha anche un’ amante che, ovviamente, è l’ esatto contrario: femme fatale, già sposata, ricca e belloccia (Janet Agren). Il bello è che è proprio la Murgia a sfoggiare un inaspettato topless, a differenza della habitué del nudo Agren che invece si vede sì in slip ma solo di spalle e per pochi secondi… Misteri del cinema. Comunque, al di là di queste note di colore, il capitano Murri interpretato da Leonard Mann (al secolo Leonardo Manzella) è una delle figure più interessanti nel panorama poliziesco e non è un caso se la coppia di sceneggiatori composta dal regista Giuseppe Rosati e da Giuseppe Pulieri lo riproporrà un anno dopo in un’ altra pellicola che potremmo definire un sequel di questo film: “Paura in città”, con il capitano diventato commissario e stavolta interpretato da Maurizio Merli. Qui, accanto a Mann, abbiamo James Mason (volto noto agli amanti del poliziesco e del noir italico), Stephen Boyd (il cattivo di “Ben Hur”!), Enrico Maria Salerno e un nutrito gruppo di caratteristi tra i quali spicca un tormentato Fausto Tozzi. Curioso anche il cameo di Peppino Di Capri che interpreta un cantante di piano bar che allieta gli astanti di un locale interpretando “Roberta” in inglese…

lapoliziainterviene1

lapoliziainterviene2

Roma. Il ricco industriale Lombardi (Ennio Balbo) viene rapito da alcuni delinquenti travestiti da finanzieri. Il capitano di polizia Mario Murri (Leonard Mann), che da tempo indagava su alcuni misteriosi rapimenti-lampo di ricchi imprenditori conclusisi con il pagamento di riscatti ingenti, stava facendo sorvegliare Lombardi immaginando che sarebbe finito nel mirino dei rapitori ma, ciò nonostante, non riesce a sventare il rapimento e 2 agenti della sua squadra speciale vengono anche uccisi dopo uno spettacolare inseguimento. Dopo 72 ore Lombardi viene rilasciato e, nonostante alcuni “spifferi” parlino di un riscatto-record di 3 miliardi di lire, la sua famiglia smentisce di aver pagato qualsiasi cifra. Il capitano Murri è convinto che dietro questi sequestri ci sia un disegno preciso e che i proventi dei riscatti vengano utilizzati per finanziare attività terroristiche ed eversive contro lo stato. Ne informa l’ onorevole Leandri (James Mason) ma non sa che il senatore è direttamente coinvolto nell’ organizzazione in quanto dominato e plagiato dall’ imprenditore Lanza (Stephen Boyd), con il quale coltiva anche un ambiguo rapporto omosessuale (nonostante una famiglia “normale” di facciata). Murri è deciso ad andare fino in fondo ma quando scopre di aver ottenuto, su richiesta del senatore Leandri, una promozione e un trasferimento in una città molto lontana da Roma capisce che il livello di corruzione è troppo alto e, completamente sfiduciato, decide di rassegnare le dimissioni. L’ intervento di un irreprensibile ministro (Enrico Maria Salerno) che si mostra affascinato dalle tesi di Murri lo spinge però a ritornare sui suoi passi. A questo punto scatta l’ agguato mortale nei suoi confronti ma a farne le spese è la fidanzata Laura (Antonella Murgia), colpita per errore dai colpi che erano invece destinati a lui. Da questo momento scatterà la vendetta inesorabile del capitano Murri…

lapoliziainterviene3

lapoliziainterviene4

Come al solito nel poliziesco all’ italiana un ruolo fondamentale è svolto dalla colonna sonora, in questo caso affidata a Paolo Vasile (con orchestra diretta da Alessandro Blonksteiner). Si tratta di una colonna sonora un po’ misteriosa in quanto non ne esiste nessuna versione nemmeno in 33 giri; c’ è solo un 45 giri promozionale contenente i brani “Tema B” e “AP1”. Si tratta di temi molto incisivi che spaziano dal funk dal ritmo ossessivo (Tema B) al lounge-jazz (AP1). Insomma oscura ma interessante…

lapoliziaintervienetitoli

Cast principale:

Leonard Mann

James Mason

Enrico Maria Salerno

Antonella Murgia

Stephen Boyd

Janet Agren

Regia: Giuseppe Rosati

Edizioni in dvd: Hobby & Work

Formato video 1,85:1 letterbox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...