Morte sospetta di una minorenne (1975)

Pubblicato: 6 luglio 2015 in Thriller

morte sospetta di una minorenne

“La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è più uguale degli altri… e per questo ci vogliono prove, molte prove, montagne di prove…”
“E allora l’ Italia resta la culla del diritto… e il diritto se la inculla!”

Curioso “oggetto misterioso” del cinema di genere italiano anni ’70, questo singolare e interessante film di Sergio Martino è sicuramente di difficile collocazione: si tratta infatti di una sorta di “ibrido” condito da robuste spruzzatine di commedia ma che potrebbe essere tranquillamente ascritto al poliziesco, al giallo o al thriller. Chissà: forse il poliedrico Martino, dopo essere stato tra i grandi protagonisti della stagione del giallo, del poliziesco e della commedia, avrà deciso di compendiare il tutto in un’ unica opera. I momenti leggeri con battute ironiche si alternano a efferati omicidi con sgozzamenti e pugnalate (nella scena in cui la corpulenta Fiammetta Baralla viene colpita alla schiena e sfonda una finestra il richiamo a “Profondo rosso” è palese), a scene di inseguimento spericolate (con protagonista una scalcinata e truccata Citroen Dyane!) e a inchieste di un commissario che indaga su sequestri di persona, corruzione e racket della prostituzione minorile: insomma un bel minestrone! La carne al fuoco è davvero tanta, soggetto e sceneggiatura portano la firma dell’ onnipresente Ernesto Gastaldi (già autore delle sceneggiature di molti capolavori di Martino) e protagonista è quel Claudio Cassinelli che avevamo già visto commissario in un altro poliziesco (“La polizia ha le mani legate” di Luciano Ercoli) e, forse non a caso, in un altro “ibrido” particolare che mescola giallo e poliziesco (“La polizia chiede aiuto” di Massimo Dallamano). Mel Ferrer e Massimo Girotti sono le altre star maschili mentre il comparto femminile è davvero ricco: si va da Jenny Tamburi a Lia Tanzi, da Patrizia Castaldi a una Barbara Magnolfi (futura star di “Suspiria” e “La sorella di Ursula”) che si mostra anche in topless… Curiosità: il killer che agisce a volto scoperto indossando occhiali da sole ricorda vagamente l’ analogo assassino di “La morte accarezza a mezzanotte”. Nella scena in cui Cassinelli interroga la Tamburi all’ interno di un cinema il film che viene proiettato è il capolavoro giallo di Martino “Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave”, tra l’ altro ispiratore di questo blog… Da vedere.

mortesospettadiunaminorenne1

mortesospettadiunaminorenne2

Milano. Il commissario Germi (Claudio Cassinelli) conduce, sotto copertura, indagini non ufficiali su alcuni sequestri di persona. Una soffiata lo porta a seguire le tracce della giovane Marisa (Patrizia Castaldi), nipote del banchiere Gaudenzio Pesce (Massimo Girotti), che potrebbe avere informazioni importanti. La giovane viene però uccisa nella pensione nella quale abitava da qualche giorno in compagnia di un uomo, un certo Menghini (Franco Alpestre), che si era spacciato per il padre; sgozzata e pugnalata, viene anche sfregiata per rendere irriconoscibile il corpo. Le voci giunte a Germi parlavano di baby squillo e quindi con l’ aiuto di Giannino (Adolfo Caruso), un giovane ladruncolo, i due scippano le borsette a varie prostitute del Parco Lambro per ricavarne le agendine contenenti nomi e numeri che potrebbero rivelarsi interessanti. Tutto ciò conduce ad un fantomatico sindacato per collaboratori domestici che in realtà funge da fucina per giovanissime prostitute, spacciate per baby sitter. Tramite Carmela (Lia Tanzi), una prostituta che gli aveva fatto il nome del Menga (il Menghini della pensione), Germi si fa fissare un finto incontro con una ragazzina in un albergo: all’ appuntamento si presenta Floriana (Barbara Magnolfi), giovane studentessa. Germi finge di rappresentare un importante cliente che si è dovuto assentare all’ ultimo istante ma consegna ugualmente un assegno alla giovane. Dopo averla seguita, risale così al suo protettore che è proprio il Menga. Vistosi scoperto, il Menga uccide Floriana con un colpo di pistola prima di essere ucciso, a sua volta, dal nostro commissario. In un cassetto Germi rinviene alcuni blocchetti di assegni della banca di proprietà di Gaudenzio Pesce… Ma non basta: il giorno dopo 2 sgherri si recano a casa del Menga con un sacco contenente 2 miliardi in contanti: è il riscatto del rapimento del figlio di un noto industriale, proprietario di una importantissima fabbrica di cioccolato. Germi tenta di coglierli di sorpresa ma i 2 fuggono, lasciando i soldi. A questo punto il sospetto che tra il racket della prostituzione minorile e l’ anonima sequestri vi sia un collegamento è evidente, come è evidente che sullo sfondo ci sia la figura del potentissimo Pesce: il misterioso omicidio della sua giovane nipote, i soldi di un riscatto e i blocchetti di assegni trovati in casa di un protettore sono prove importanti ma il questore (Mel Ferrer) non si mostra convinto e ha paura di dar luogo a procedere contro un uomo così importante. Germi continuerà ugualmente nelle sue indagini…

mortesospettadiunaminorenne3

mortesospettadiunaminorenne4

Così come in alcuni momenti visivi Sergio Martino strizza l’ occhio a Dario Argento e a “Profondo rosso” così Luciano Michelini, autore delle musiche, compone una colonna sonora dallo stile assolutamente “goblineggiante”: basso pompato, organo da chiesa e loop di tastiera che richiama non poco il tema del film di Argento uscito nelle sale pochi mesi prima. Naturalmente non vi è plagio ma l’ ispirazione è fin troppo evidente. Ascoltare per credere.

mortesospettadiunaminorennetitoli

Cast principale:

Claudio Cassinelli

Mel Ferrer

Lia Tanzi

Massimo Girotti

Jenny Tamburi

Barbara Magnolfi

Regia: Sergio Martino

Edizioni in vhs: Shendene

Edizioni in dvd: Sazuma (Germania)

Formato video 2,35:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...