Spogliamoci così senza pudor… (1976)

Pubblicato: 18 agosto 2015 in Commedia

spogliamoci così senza pudor

Dopo il buon successo del fortunato “40 gradi all’ ombra del lenzuolo”, Sergio Martino firma nello stesso anno un ideale seguito riproponendo la stessa formula del film a episodi. Stavolta alla sceneggiatura ci sono Sandro Continenza e Raimondo Vianello e si vede: si riducono di parecchio le situazioni propriamente pecorecce e qualche volgarità gratuita, anche se il tema sessuale è sempre alla base di tutte le storie e i nudi femminili non mancano di certo (anche per onorare il titolo del film). Stavolta gli episodi sono mediamente un po’ più lunghi e sono 4 anzichè 5 e buona parte del cast del film precedente viene riconfermata. Nel primo segmento l’ agenzia investigativa composta dalla strana coppia Aldo Maccione/Alvaro Vitali è fin troppo solerte nel cercare a tutti i costi l’ infedeltà della moglie di un cliente. Nel secondo episodio Martino si confronta con il mondo del calcio (dove ritornerà trionfalmente 10 anni dopo con quel piccolo capolavoro che è “L’ allenatore nel pallone”), proponendo un Enrico Montesano ex calciatore squalificato a vita che tenta di aiutare a modo suo una squadra dilettantistica di calcio femminile. Poi abbiamo un Alberto Lionello produttore cinematografico che tenta di svincolarsi dalle grinfie della ricca moglie Barbara Bouchet per concedersi un’ avventura con l’ attricetta Nadia Cassini. Si conclude alla grande con l’ episodio più divertente, quello che vede le micidiali peripezie di uno spregiudicato Johnny Dorelli che tenta di incontrarsi con la sua amante Ursula Andress e si ritrova nel bel mezzo di un funerale… Da vedere.

1° episodio: IL DETECTIVE

Roma. Un investigatore privato alquanto spiantato (Aldo Maccione) riceve l’ incarico da un geloso cliente siciliano (Marcello Mandò) di sorvegliare sua moglie (Ria De Simone) per verificare se la donna lo tradisce. Tutti i tentativi di dimostrare la presunta infedeltà della signora risultano infruttuosi: la donna è tutta casa e chiesa. Il detective, però, non demorde: per spillare più soldi al suo cliente decide che se il tradimento non c’ è va costruito a tavolino… Durante una delle consuete visite della signora ad un’ opera pia egli si traveste da monsignore ortodosso e tenta di palpeggiarla mentre il suo assistente Broccolini (Alvaro Vitali), travestito da suora, scatta foto compromettenti da produrre al marito; purtroppo una rovinosa caduta in una fontana rende le foto inutilizzabili. A questo punto il detective, per gonfiare ancora di più la sua parcella, decide di prendere in affitto un appartamento sito di fronte all’ abitazione del suo cliente che dovrà restare fuori città per 3 giorni: sarebbe un’ occasione ghiottissima per un eventuale tradimento e quindi egli si impegna a tenere d’ occhio la potenziale adultera giorno e notte con un potente cannocchiale. Il furbone non sa che, mentre è impegnato a sorvegliare una donna onesta e integerrima, il suo cliente è a letto proprio con sua moglie (Maria Baxa)…

spogliamocicosìsenzapudor1

spogliamocicosìsenzapudor2

2° episodio: LA SQUADRA DI CALCIO

L’ ex calciatore Dante Zatteroni (Enrico Montesano), squalificato a vita per aver truccato una partita di 4° serie nel 1968, sbarca il lunario facendo il talent scout di giovanissimi calciatori, da lui allenati in una alquanto scalcinata scuola calcio. Il suo ex amico e compagno di squadra Corradini (Gianfranco Barra), anch’ egli coinvolto nell’ antico fattaccio ma mai punito, è invece allenatore di una squadra dilettantistica femminile sponsorizzata da un mobilificio, la Mobil Bello, che deve giocarsi una importante partita di qualificazione contro la Italmobil, squadra di un mobilificio rivale. Una settimana prima dello scontro diretto la migliore giocatrice della Mobil Bello si infortuna al menisco; il presidente promette 10 milioni di premio all’ allenatore purchè vinca la partita ad ogni costo ed ecco che piomba Zatteroni che, in nome della vecchia amicizia, propone al suo vecchio compagno di squadra, in cambio di un milione, l’ acquisto di una fortissima giocatrice italo-polacca, da lui scoperta, che gli farà sicuramente vincere la partita. In realtà sarà proprio lui a travestirsi da donna, con tanto di parrucca e treccine bionde… In allenamento la polacca oriunda si produce in numeri spettacolari e il presidente della Mobil Bello, entusiasta, la fa subito tesserare. La notte in albergo che precede l’ incontro sarà molto movimentata: Zatteroni dovrà respingere prima l’ assalto del figlio del proprietario della Italmobil (Marzio Honorato) che, puntando sul suo fascino latino, si infila in camera sua con l’ intento di portarla a letto e stancarla fisicamente e poi quello di una compagna di squadra lesbica (Brenda Welch). Fortunatamente il provvidenziale intervento dell’ allenatore evita che Zatteroni venga scoperto. Il giorno dopo, durante la partita, tutto sembra andare a meraviglia: la fantomatica polacca ha segnato 5 gol ed è la mattatrice dell’ incontro ma un calcio di punizione dal limite sarà fatale…

spogliamocicosìsenzapudor3

spogliamocicosìsenzapudor4

3° episodio: L’ARMADIO DI TROIA

Giangi Busacca (Alberto Lionello), ex attore e regista di caroselli televisivi, ora è produttore cinematografico di filmacci di serie B. Sposato alla ricchissima Violante (Barbara Bouchet), tenta di divincolarsi dalle sue grinfie per concedersi una scappatella con l’ attricetta francese (Nadia Cassini) protagonista del suo prossimo film, un capolavoro dal titolo “Le studentesse nude nel collegio delle vergini violentate”. Per mollare la moglie su un panfilo in compagnia di amici snob e ricchissimi (tra i quali va segnalata la stellina nuda Melissa Chimenti del duo canoro Gepy & Gepy) Giangi inventa la scusa di aver ricevuto la terribile notizia che la protagonista del suo film ha avuto un gravissimo incidente d’ auto; ciò dovrebbe costringerlo a ritornare a Roma urgentemente ma in realtà l’ uomo ne approfitta per portare la donna con lui nella sua enorme villa. Approfittando dell’ assenza dei proprietari per il week/end un trio di ladri aveva però avuto la brillante idea di fingere di dover consegnare un armadio al custode, armadio ipoteticamente acquistato dai suoi padroni nel quale era nascosto uno di loro (Ninetto Davoli) con il compito di svaligiare casa; sarebbero poi andati a riprenderlo il giorno dopo, fingendo di essersi sbagliati con la consegna (stratagemma già visto nel film “Squadra antifurto” con Tomas Milian). Violante, sospettosa e gelosa, torna anch’ essa a casa per cogliere Giangi in flagrante e la francesina viene nascosta nell’ armadio, dove inizia a copulare con il ladruncolo. Violante, resasi conto che il marito è solo in casa e non la tradisce, tenta di fare l’ amore con lui ma si accorge che l’ armadio si muove. La scoperta del ladro e della francesina porterà a conseguenze inaspettate: nell’ armadio che i due complici (Angelo Pellegrino e Sergio Di Pinto) si riporteranno indietro il giorno dopo ci sarà dentro proprio il Giangi, mentre intanto la moglie e l’ attricetta si divertiranno a sollazzare il terzo malandrino…

spogliamocicosìsenzapudor5

spogliamocicosìsenzapudor6

4° episodio: LA VISITA

Venezia. Marco (Johnny Dorelli) vuole incontrarsi con la sua amante Marina (Ursula Andress) che lo invita a casa sua approfittando della momentanea assenza del marito avvocato (Daniele Vargas). Per non dare nell’ occhio la donna gli consiglia di chiedere al portiere del notaio Partibon, che abita al piano di sotto. Marco giunge pimpante e giulivo all’ appuntamento con un bel mazzo di fiori ma il caso vuole che Partibon sia appena morto. L’ incontro con un conoscente piuttosto invadente (Gianrico Tedeschi) che lo trascina in casa di Partibon per le condoglianze di rito alla famiglia fa sì che Marco non riesca a divincolarsi in alcun modo dal funerale. Ma è solo l’ inizio di una caterva di equivoci che porteranno Marco, in un crescendo di irresistibili gag, a fingere di essere il figlio naturale di Partibon che nessuno ha mai conosciuto… Risate incredibili!

spogliamocicosìsenzapudor7

spogliamocicosìsenzapudor8

spogliamocicosìsenzapudortitoli

Cast principale:

Aldo Maccione

Alvaro Vitali

Maria Baxa

Enrico Montesano

Brenda Welch

Alberto Lionello

Barbara Bouchet

Nadia Cassini

Ninetto Davoli

Johnny Dorelli

Ursula Andress

Daniele Vargas

Regia: Sergio Martino

Edizioni in dvd: Medusa

Formato video 1,85:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...