Un posto ideale per uccidere (1971)

Pubblicato: 5 giugno 2016 in Thriller

un posto ideale per uccidere

Umberto Lenzi è stato senza ombra di dubbio regista di spicco del cosiddetto giallo/thriller complottistico. Questo suo thriller non fa eccezione e, pur non toccando le vette di alcuni suoi lavori precedenti, è comunque un buon prodotto e si lascia guardare con piacere. Nel film assistiamo alle “prodezze” di due giovani hippie contestatori (gli echi del ’68 sono ancora vicinissimi) interpretati da un ottimo Ray Lovelock e da una giovanissima Ornella Muti (all’ epoca sedicenne) che incontrano sul loro cammino fatto di sesso, alcool e rock ‘n roll una Irene Papas che li accoglie nella sua enorme villa isolata poco dopo aver ucciso il marito. Possiamo cogliere qualche analogia con “Orgasmo” (sempre di Lenzi) visto che anche Lou Castel finiva ospite in una villa dopo noie al motore della sua macchina (qui invece ai due giovani finisce la benzina) ma per il resto il regista toscano mostra tutta la sua perizia ed eleganza nel dirigere una storia originale dai contorni morbosi e sorprendenti. A latere va segnalata nel film la presenza di tale Antonio Mellino, detto Agostino ‘o pazzo, personaggio assurto agli “onori” delle cronache di quegli anni per le sue acrobazie con le moto da corsa e per le sue corse a folle velocità che gli consentivano di sfuggire alle forze dell’ ordine. Per gli amanti delle curiosità va anche segnalato che, nelle scene di nudo, i seni della Muti sono controfigurati dalla giovane starlette Antonia Santilli. Le musiche sono firmate da Bruno Lauzi e constano di un tema principale ancora oggi inedito, “How can you live your life”, che viene interpretato dal gruppo “I leoni” sui titoli di testa e coda e da Lorenza Visconti, meteora con al suo attivo una partecipazione al festival di Sanremo del 1971, in una scena all’ interno di una discoteca.

unpostoidealeperuccidere1

unpostoidealeperuccidere2

Ingrid (Ornella Muti) e Dick (Ray Lovelock) sono una coppia di giovani hippie, lei danese e lui inglese. Per finanziarsi una vacanza in Italia partono dalla Danimarca con un carico di riviste porno acquistate in un sexy shop. Il ricavato delle vendite in Italia è cospicuo (all’ epoca giornali del genere nel nostro paese non esistevano) e i due giovani si danno alla pazza gioia. Giunti fino a Firenze, scialacquano il denaro guadagnato in feste e sbronze e, per raggranellare qualche altro soldo, decidono di continuare il commercio pornografico mettendosi in proprio: autentici pionieri dell’autoscatto, si immortalano nudi durante i loro amplessi e tentano così di vendere le loro fotografie. Scoperti da un poliziotto in borghese, i due si beccano il foglio di via ma, sulla strada del ritorno, rimangono senza benzina nei pressi di una villa isolata fuori città. A prima vista sembra che non ci sia nessuno e, visto che il garage è aperto, i due tentano di procurarsi la benzina prendendola dal serbatoio dell’ auto che vi si trova all’ interno. La padrona di casa, una donna americana (Irene Papas) che ha da poco ucciso il marito e lo ha nascosto proprio nel bagagliaio dell’ auto dalla quale i due hippie stanno succhiando la benzina, li coglie sul fatto e, dopo l’iniziale sorpresa, accantona i propositi di chiamare la polizia ed offre loro ospitalità. E’ solo l’inizio di un sottile gioco perverso che si instaurerà tra i 3 e condurrà lo spettatore verso un tragico epilogo…

unpostoidealeperuccidere3

unpostoidealeperuccidere4

unpostoidealeperuccideretitoli

Cast principale:

Irene Papas

Ray Lovelock

Ornella Muti

Regia: Umberto Lenzi

Edizioni in dvd: Alan Young

Formato video 2,35:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...