Candido erotico (1978)

Pubblicato: 18 settembre 2016 in Erotico

candido erotico

Non male questa pellicola diretta dal misconosciuto Claudio De Molinis (al secolo Claudio Giorgiutti), magnificamente sorretta dalla prova attoriale di una bellissima Lilli Carati, qui davvero intensa. In bilico tra erotico e dramma sentimentale il film è ammantato da una patina malinconica e da una fotografia elegantissima e forse, visto il tema trattato, avrebbe anche potuto osare di più. Il titolo straniero, infatti, recita “A man for sale”, che già fa capire tutto; peccato che il protagonista maschile, tale Mircha Carven, non sia all’ altezza del ruolo e risulti abbastanza improbabile nei panni dello stallone che vende il proprio corpo. A reggere in piedi tutto il film ci pensa, come già accennato, una superba Lilli Carati che dimostra di essere una discreta attrice e non solo un bel viso e un bel corpicino da esporre. Come co-protagonista abbiamo una interessante Maria Baxa (meteora poco sfruttata dal nostro cinema, peccato) e un sordido Marco Guglielmi. Piccolo ruolo anche per Ajita Wilson nei panni di una sex performer (alquanto svogliata/o, devo dire)… La trama è alquanto bizzarra e il regista la usa come pretesto per stimolare i pruriti del pubblico, divertendosi a sbeffeggiare l’ ipocrisia e il bigottismo settantiano incappando, comunque, in qualche scivolone moralistico e qualunquistico (i giovani che fumano sempre e solo cannoni a gò-gò e i festini casalinghi nei quali ci si eccita a base di spinelli). Rimasto praticamente invisibile per quasi 30 anni, è stato rispolverato da un lustro abbondante grazie all’ avvento dei dvd e merita senza’ altro una visione perchè Lilli è sempre e comunque un incanto.

candidoerotico1

candidoerotico2

Carlo (Mircha Carven), giovane spiantato, si guadagna da vivere posando come modello ma soprattutto esibendosi in spettacoli hard-core dal vivo in locali a luci rosse di Copenhagen. Per arrotondare lo stipendio non disdegna il prostituirsi e si presta a giochetti “particolari” in casa della sua amica fotografa, Veronique (Maria Baxa), segretamente innamorata di lui; a queste serate intime partecipa anche il di lei ricchissimo marito Paul (Marco Guglielmi). Una sera, in casa di Veronique e Paul, Carlo conosce la giovane Charlotte (Lilli Carati), figlia di primo letto di Paul, e ne resta folgorato; comincia a frequentarla (nonostante gli ammonimenti di Veronique a lasciarla perdere) e se ne innamora perdutamente. Di giorno si mostra tenero, gentile e innamoratissimo e la corteggia come un adolescente ma di notte si trasforma in una macchina da sesso ed esibisce la sua potenza virile davanti a spettatori repressi e infoiati. Una sera, viste anche le continue pressioni di Veronique, Carlo decide di rivelare la verità a Charlotte e la invita ad uno dei suoi spettacoli; la povera ragazza immagina di assistere ad uno spettacolo teatrale ed invece assiste ad un balletto con 2 danzatrici (una delle quali è Ajita Wilson) che si conclude con un rapporto sessuale non simulato del macho man con entrambe. Sconvolta, fugge dal locale in preda a conati di vomito ma alla fine lo perdona perchè, ormai, anche lei ne è innamorata. A questo punto Carlo lascia il suo lavoro e i due si sposano in fretta e furia ma, durante il viaggio di nozze a Roma, il poveretto scopre di non essere in grado di avere rapporti sessuali normali e di riuscire ad eccitarsi solo davanti al pubblico. L’ epilogo sarà molto triste…

candidoerotico3

candidoerotico4

La colonna sonora, sensuale e ricca di sonorità ammalianti, mescola un po’ di jazz e valzer (c’ è anche Wagner!) e si basa quasi interamente su due temi principali (“A devious man” e “A new life”) ripetuti in varie versioni fino allo sfinimento. Del brano “A devious man” esiste anche una versione cantata, interpretata dall’ attore protagonista Mircha Carven, che richiama in maniera piuttosto sospetta “Everybody’ s talking” cantata da Harry Nilsson, colonna sonora di “Un uomo da marciapiede”, altro film che tratta il tema della prostituzione maschile. Insomma alla fine tutto torna e l’ artefice è il fenomenale Nico Fidenco che ricicla anche alcuni temi musicali dalla serie di Emanuelle nera (in particolare sono riconoscibili brani tratti da “Emanuelle in America”, “Emanuelle perchè violenza alle donne?” e “Emanuelle e gli ultimi cannibali”).

candidoeroticotitoli

Cast principale:

Lilli Carati

Mircha Carven

Maria Baxa

Marco Guglielmi

Ajita Wilson

Regia: Claudio De Molinis (Claudio Giorgiutti)

Edizioni in dvd: Alan Young

Formato video 1,85:1 anamorfico

commenti
  1. Claudio Bruno ha detto:

    Il Candido del titolo si riferirebbe niente meno che al protagonista del romanzo omonimo di Voltaire…

  2. johntrent70 ha detto:

    Onestamente non ci vedo assonanze ma aprioristicamente non mi piace escludere (quasi) niente… Fonte di questa notizia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...