La mano che nutre la morte (1974)

Pubblicato: 26 Mag 2018 in Horror

la mano che nutre la morte

Nel 1974 Sergio Garrone, regista decisamente sottovalutato, ha realizzato un piccolo capolavoro di genialità abbinata all’intelligenza e alla capacità di cavar fuori il sangue dalle rape con pochi mezzi a disposizione. Dopo aver concluso una co-produzione con la Turchia per girare un horror gotico a Istanbul si propone di girare due film invece di uno, utilizzando gli stessi attori e le stesse locations. La produzione turca ingaggia l’attore Ayhan Isik (acclamatissimo in patria ma assoluto carneade nel resto del mondo) mentre la produzione italiana, dal canto suo, risponde con un sontuoso Klaus Kinski. Garrone firma soggetto e sceneggiatura di entrambi i film ed è il vero deus ex machina di tutta l’operazione; le due pellicole vengono girate back to back con gli attori che, senza nemmeno cambiarsi d’abito, girano prima le scene di uno e poi dell’altro a seconda dei casi. E non è tutto: Garrone utilizza alcune scene identiche in entrambi i film, servendosi di alcuni ciak scartati o semplicemente modificando il doppiaggio (la voce di Kinski è affidata all’immenso Sergio Graziani).
I due film gemelli che così prendono vita sono “Le amanti del mostro” e “La mano che nutre la morte”. Poichè è pressochè impossibile stabilire quale dei due fosse il film originario e quale quello nato dalla sua costola (nessuna fonte ufficiale lo ha mai precisato con certezza) ci affidiamo ai dati dell’archivio Anica consultabile nel web che assegna il visto censura 64152 a “Le amanti del mostro” e il 64190 a “La mano che nutre la morte”.
Ad affiancare Kinski c’è la bellissima Katia Christine e un ottimo trio di starlette: Carmen Silva, Marzia Damon e Stella Calderoni, sorella di Rita (le ultime due coinvolte anche in una scena lesbo del tutto gratuita e fuori contesto… ma tant’è). Il gruppo dei caratteristi maschili è composto da Osiride Peverello, Amedeo Timpani e Alessandro Perrella. Le musiche (orchestrali, interessanti e mai banali) sono affidate alla coppia composta da Stefano Liberati ed Elio Maestosi mentre gli effetti speciali sono opera di Carlo Rambaldi. Piccola curiosità: nelle vetuste versioni vhs CVR i titoli di testa appaiono bianchi su sfondo nero ma nelle versioni in dvd sono sovraimpressi ad alcune immagini in negativo colorate di rosso e di blu, identiche per entrambi i film, nelle quali è riconoscibile il volto di Kinski.
La genialità di Garrone entra in campo in maniera poderosa allorquando, per motivi mai chiariti (anche qui le fonti ufficiali latitano), la co-produzione con la Turchia salta (o forse non ci sono più i soldi, chissà) e la lavorazione viene interrotta. Garrone porta comunque ugualmente a termine i film in Italia girando alcune scene in interno ma poichè Kinski aveva già firmato altri contratti per altri film ed era impegnato su altri set utilizza al suo posto una controfigura inquadrata sempre di schiena e, al montaggio, alterna le scene girate con la controfigura con alcuni primi piani strettissimi sugli occhi spiritati dell’attore: il genio e la fantasia al potere.
Garrone si dimostrerà un habitué del “doppio misto” girando tre anni dopo back to back altri due film gemelli come “Lager SSadis kastrat kommandatur” e “SS lager 5 l’inferno delle donne”, nati sull’onda lunga del film shock di Don Edmonds “Ilsa la belva del deserto” sui campi di concentramento nazisti che nella seconda metà degli anni ’70 darà vita ad un terribile mini-filone tutto italiano. Ma questa e un’altra storia.
Dopo aver disquisito su “Le amanti del mostro” parliamo ora di “La mano che nutre la morte”. La storia del mad doctor (e qui la figura di Kinski si rivela perfetta) che vuole ricostruire il corpo della moglie sfigurata trapiantandole la pelle di altre donne che vengono “sacrificate” in nome della scienza richiama alla memoria “Occhi senza volto” di Georges Franju ma il soggetto di Garrone, dopo questo spunto iniziale, va in una direzione intrigante e verso un finale delirante…

lamanochenutrelamorte1

lamanochenutrelamorte2

Nella Russia dell’800 il folle dottor Nijinsky (Klaus Kinski), che segue le orme del barone e suo maestro Ivan Rassimov (!), si diletta in avveniristici esperimenti sul corpo umano e sul trapianto di pelle umana e la sua sperimentazione (che prevede una immediata cicatrizzazione grazie a scariche elettriche) si concentra sul corpo della moglie Tanja, figlia di Rassimov, rimasta orribilmente sfigurata durante un incendio nel quale il padre non è riuscito a sopravvivere. Per tentare di ricostruire il corpo e ridare la bellezza alla sua consorte il mad doctor e la sua gentile signora non si fanno scrupoli e fanno rapire giovani donne del circondario dal loro servo storpio per poi farle sparire dopo averne asportato i pezzi di pelle necessari. Sono già 10 le vittime e i trapianti effettuati e manca solo l’ultimo step: il volto.
Alex (Ayhan Isik) e Masha (Katia Christine) sono una coppia in viaggio di nozze che trova ospitalità proprio nella enorme villa del dr. Nijinsky in seguito ad un incidente con la loro carrozza: Masha assomiglia incredibilmente a Tanja, la moglie di Nijinsky, al punto di sembrare la sua gemella… Ospiti del buon dottore sono anche la scrittrice Katiuscia (Marzia Damon), che si è intrufolata nella villa con la scusa di scrivere un libro sul defunto barone Rassimov ma che in realtà è convinta che sua sorella sia stata uccisa e cerca prove che possano accusare Nijinsky, e la prostituta Sonia (Stella Calderoni). Quando Nijinsky effettuerà il trapianto finale la mogliettina gli mostrerà la sua gratitudine e devozione in maniera alquanto singolare…

lamanochenutrelamorte3

lamanochenutrelamorte4

lamanochenutrelamortetitoli

Cast principale:

Klaus Kinski

Katia Christine

Marzia Damon

Stella Calderoni

Carmen Silva

Ayhan Isik

Regia: Sergio Garrone

Edizioni in dvd: Cecchi Gori e Mya (USA)

Formato video 1,85:1 anamorfico

commenti
  1. Sep ha detto:

    Interessante, grazie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.