Indagine su un delitto perfetto (1978)

Pubblicato: 30 giugno 2018 in Giallo

indagine su un delitto perfetto

Giallo italianissimo di ambientazione londinese che però la distribuzione tenta maldestramente di spacciare per prodotto d’oltremanica a partire dai titoli di testa, con pseudonimi anglofoni di attori e cast tecnico utilizzati per la versione internazionale. La regia viene attribuita a tale Aaron Leviathan, nick artificioso dietro il quale si nasconde Giuseppe Rosati che però ha ripudiato il film in quanto aveva abbandonato le riprese dopo che era fallita la produzione; per terminare il film e arrivare ad un minutaggio accettabile di circa 90 minuti sono intervenuti in seconda battuta il montatore Franco Fraticelli (con l’aggiunta di alcune scene senza dialogo, tipo un inseguimento notturno, buttate lì per allungare il brodo) e poi Giuseppe Pulieri che ha girato alcune scene aggiuntive. Con queste terribili premesse penserete sicuramente che il risultato finale sia una ciofeca inaccettabile ma invece il film risulta assolutamente gradevole e non è affatto malvagio: un piccolo miracolo. E’ vero che un paio di situazioni sono al limite del cialtronesco (in primis l’esplosione iniziale dell’aereo, realizzata con un modellino che fa sembrare al confronto gli sgangherati mostri di plastilina dei film giapponesi anni ’70 dei veri capolavori di tecnologia) ma l’atmosfera inglese e l’intreccio alla Agatha Christie contribuiscono a rendere abbastanza credibile l’impianto generale.
Il cast è semplicemente da urlo: Adolfo Celi (curiosamente doppiato da Glauco Onorato, ma perchè???), Joseph Cotten, Alida Valli, Leonard Mann, Anthony Steel, Paul Muller e Franco Ressel sono facce di genere di tutto rispetto. A ciò aggiungiamo le grazie muliebri e desnude di Janet Agren e , soprattutto, di Gloria Guida (il suo nude look full frontal è tanto gratuito quanto paradisiaco) e il gioco è fatto! Curiosità: il portone di casa dove abita Gloria Guida è l’entrata della scuola di danza di “Suspiria”.
Ovviamente lo spettatore più scafato e avvezzo al giallo scoprirà il colpevole dopo 20 minuti ma il film merita senz’altro una visione. E poi ci sono le ottime musiche di Carlo Savina… Finale aperto… Insomma, da vedere.

indaginesuundelittoperfetto1

indaginesuundelittoperfetto2

Lord Selmer, presidentissimo di una potente multinazionale, ci rimette le penne dopo che il jumbo jet su cui viaggiava salta in aria; la morte viene dichiarata accidentale e dovuta ad un tragico incidente ma in realtà qualcuno ha piazzato un ordigno a bordo. La sua morte lascia vacante la poltrona di presidente e poichè entro una settimana si riunirà il consiglio di amministrazione per dichiararne il successore i candidati in lizza sono i tre vicepresidenti in carica:
1) sir Paul De Revere (Leonard Mann), il più giovane e rampante, nonchè belloccio e pilota esperto con una passione sfrenata per le auto da corsa;
2) sir Harold Boyd (Adolfo Celi), sposato con Gloria (Janet Agren), molto più giovane di lui, insoddisfatta, ninfomane e amante di Paul. Sir Boyd è al corrente dei continui tradimenti della dolce consorte e la ripaga tradendola a sua volta con la giovane e bella Polly (Gloria Guida);
3) sir Hartick Dundy (Joseph Cotten), il più anziano del lotto, oltretutto cardiopatico.
Inutile dire che il trittico dei sir è un autentico covo di vipere ed è già partito l’assalto alla poltrona presidenziale che prevede l’eliminazione fisica, naturalmente “accidentale”, degli altri concorrenti. Il primo ad abbandonare questo mondo è il giovane sir Paul, al quale sir Boyd fa sabotare i freni dell’auto dal maggiordomo (Paul Muller); l’auto vola giù in un burrone su una superstrada che Paul stava percorrendo per andare a trovare la madre (Alida Valli) nel fine settimana.
Dal canto suo anche sir Dundy non dorme sugli allori e medita di uccidere sir Boyd proprio con l’aiuto dell’amante di lui, Polly: la ragazza, infatti, fa il doppio gioco ed è amante di entrambi. A lei spetta il compito di uccidere sir Boyd iniettandogli un veleno nascosto sotto le unghie; basterà graffiarlo sulla schiena durante un amplesso e nessuno sospetterà…
In tutto ciò qualcuno si dà da fare anche per uccidere sir Dundy: l’assassino, penetrato in casa, interviene con un complesso macchinario sulle frequenze del suo pacemaker accelerando così il suo battito cardiaco durante il sonno e provocandogli una morte atroce (sir Dundy arriverà perfino a tentare di strapparsi il pacemaker dal petto, pugnalandosi).
Le indagini sono condotte da un soprintendente di Scotland Yard (Anthony Steel), cugino di Paul, che indaga proprio sulla morte del cugino. Egli non crede alla fatalità dell’incidente d’auto e sembra potersi avvicinare alla soluzione dell’enigma…

indaginesuundelittoperfetto3

indaginesuundelittoperfetto4

indaginesuundelittoperfettotitoli

Cast principale:

Leonard Mann

Adolfo Celi

Joseph Cotten

Gloria Guida

Janet Agren

Alida Valli

Anthony Steel

Regia: Aaron Leviathan (Giuseppe Rosati/Giuseppe Pulieri)

Edizioni in dvd: Perseo

Formato video 2,35:1 anamorfico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.