L’orribile segreto del Dr. Hichcock (1962)

Pubblicato: 13 ottobre 2018 in Horror

l'orribile segreto del dr hichcock

Meraviglioso horror gotico firmato da un maestro come Riccardo Freda che, come da consolidata tradizione, si firma con lo pseudonimo anglofono Robert Hampton. In realtà sono stati cambiati in stranieri anche tutti i nomi di tutti i partecipanti al film; ciò avveniva per attirare il pubblico più distratto e superficiale che all’epoca peccava un po’ di esterofilia e si recava più volentieri in sala a vedere un horror magari inglese o americano piuttosto che in salsa tricolore. Tuttavia, in barba al pubblico distratto, il film è italianissimo: soggetto e sceneggiatura sono del solito Ernesto Gastaldi e anche la produzione è tutta nostrana. La vera stella estera è rappresentata dalla meravigliosa protagonista femminile, ovvero Barbara Steele: “scream queen” per eccellenza, l’attrice britannica si conferma una star del genere dopo aver già girato qui da noi il sublime “La maschera del demonio” di Bava e si guadagna definitivamente il pass per partecipare a numerosi altri horror nel nostro paese e in futuro anche all’estero. Anche il protagonista maschile è straniero, un convincente Robert Flemyng nei panni del classico “mad doctor” fuori di testa e allucinato. Buone anche le partecipazioni di un giovane Silvano Tranquilli, di una bella Maria Teresa Vianello e di una inquietante Harriet Medin (che ritroveremo l’anno dopo nell’episodio della goccia d’acqua de “I tre volti della paura”). Il film, riecheggiando il nome di Alfred Hitchcock già nel titolo e nel nome del protagonista, trae probabilmente un po’ più di qualche spunto da “Rebecca, la prima moglie” e cita “Il sospetto” nella scena del bicchiere di latte avvelenato ma non è affatto una scopiazzatura e affronta per la prima volta un tema terribile come la necrofilia, cosa che gli porterà notevoli noie con la censura: il film sarebbe dovuto iniziare proprio con il dr. Hichcock che di notte, al cimitero, stordisce un becchino, apre la bara di una giovane donna prima che venga sepolta e fa l’amore con il cadavere, cosa che qualifica subito il turpe personaggio agli occhi del pubblico. Questa scena non si è mai vista sullo schermo: con il montaggio si passa infatti dal dottore che fissa il cadavere alla scena successiva in clinica, dove si appresta ad effettuare un intervento chirurgico.
Anche il regista Freda ha apportato altri rimaneggiamenti alla sceneggiatura originale, cosa che però non ha nuociuto al risultato finale. “L’ orribile segreto del Dr. Hichcock” è infatti uno degli horror gotici italiani più affascinanti di sempre.

lorribilesegretodeldrhichcock1

lorribilesegretodeldrhichcock2

Londra, 1885. Il dottor Bernard Hichcock (Robert Flemyng) è un eminente chirurgo che ha anche inventato un potentissimo anestetico in grado di ridurre l’attività cardiaca e causare una sorta di morte apparente. Il dottore ha anche tendenze necrofile e quindi, prima di congiungersi carnalmente con la sua giovane e bella moglie Margaretha (Maria teresa Vianello), ha l’abitudine di iniettarle questo anestetico in modo che la donna sembri morta. Ma una notte qualcosa va storto: forse Bernard sbaglia il dosaggio o chissà cos’altro, sta di fatto che la povera Margaretha si addormenta per sempre.
Distrutto dal dolore, il dr. Hichcock lascia l’Inghilterra e vi ritorna soltanto 12 anni dopo in compagnia della sua seconda moglie Cynthia (Barbara Steele). Egli ha scelto di ritornare nella sua vecchia casa, dove in tutti questi anni è rimasta la governante Martha (Harriet Medin); la donna fa presente che, in assenza del padrone di casa, ha fornito ospitalità ad una sua sorella malata di mente e che al più presto la farà ricoverare in clinica. Cynthia inizia ad essere ossessionata dalla presenza della defunta moglie di Bernard (i suoi ritratti campeggiano ovunque nella casa) e il consorte, dal canto suo, è troppo distratto dal suo lavoro in clinica e dal desiderio di passare qualche attimo in compagnia di una giovane fanciulla che giace distesa sul tavolo dell’obitorio per dar credito ai problemi della moglie…
Intanto Cynthia nota la governante uscire da un passaggio segreto e, dopo averla seguita, la spia mentre serve da mangiare ad una misteriosa donna che riesce a vedere solo di spalle. Credendo si tratti della fantomatica sorella malata lo dice a Bernard ma Martha asserisce di averla già fatta ricoverare fuori città.
Anche Bernard inizia ad avere visioni di Margaretha e una sera medita di uccidere Cynthia, aggiungendo un potente veleno nel suo latte al posto del sonnifero. Cynthia però, approfittando di un attimo di distrazione del marito, versa il contenuto del bicchiere in un vaso di fiori e la mattina dopo si reca in clinica da Kurt (Silvano Tranquilli), un assistente di Hichhcock che nutre una certa simpatia per lei, per far analizzare il bicchiere. Kurt è scettico e incredulo ma decide di accontentarla. Bernard, dal canto suo, aveva finto di dimenticare la sua borsa da lavoro per avere la scusa di dover tornare a casa e poter quindi rinvenire il cadavere di Cynthia ma, con suo sommo stupore, non trova nessuno a casa.
Ritornato in clinica, trova Cynthia a colloquio con Kurt e, estremamente contrariato, la riporta indietro con sé. Ma i colpi di scena non sono finiti: Kurt scopre effettivamente tracce di veleno nel bicchiere e la defunta Margaretha ricompare… Ma viva…

lorribilesegretodeldrhichcock3

lorribilesegretodeldrhichcock4

lorribilesegretodeldrhichcocktitoli

Cast principale:

Barbara Steele

Robert Flemyng

Silvano Tranquilli

Maria Teresa Vianello

Harriet Medin

Regia: Robert Hampton (Riccardo Freda)

Edizioni in vhs: Shendene

Edizioni in dvd: Medusa

Formato video 1,85:1 anamorfico

commenti
  1. Sep ha detto:

    Bellissimo film, e ottima recensione. Al solito.Grazie!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.