Il giorno della civetta (1968)

Pubblicato: 30 marzo 2019 in Noir

il giorno della civetta

“Io divido l’umanità in cinque categorie: ci sono gli uomini veri, i mezzi uomini, gli ominicchi, poi i ruffiani… e in ultimo, come se non ci fossero, i quaquaraquà. Sono pochissimi gli uomini… i mezzi uomini pochi… già molti di più gli ominicchi: sono come bambini che si credono grandi… Quanto ai ruffiani, stanno diventando un vero esercito. E, infine, i quaquaraquà: il branco di oche…” 

Tratto dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia e ottimamente diretto da Damiano Damiani, regista che si è sempre distinto nel cinema di impegno civile, “Il giorno della civetta” è un film sulla mafia che mantiene intatta, a distanza di oltre 50 anni, tutta la sua forza. Pochi fronzoli, ritmo serrato e sceneggiatura di ferro (dello stesso Damiani e di un certo Ugo Pirro) sono punti di forza incontestabili e se a questo aggiungiamo un ottimo cast che va da Franco Nero a Claudia Cardinale (non a caso entrambi premiati con il David di Donatello come migliori attori protagonisti), da un meraviglioso Tano Cimarosa a un eccellente Lee J. Cobb (doppiato da Corrado Gaipa), abbiamo tutti gli elementi per godere di uno spettacolo eccezionale. Un film invecchiato più che bene (o forse non invecchiato per niente) che andrebbe fatto vedere nelle scuole: tutti dovrebbero prendere esempio dalla nostra benemerita professoressa di lettere che, in terza media, ce lo fece vedere in classe in pellicola Super 8 (le vhs ancora non c’erano). Correva l’anno 1983 e sono rimasti ricordi indelebili…

ilgiornodellacivetta1

ilgiornodellacivetta2

In un paesino siciliano viene assassinato a colpi di fucile Salvatore Colasberna, titolare di un’impresa edile e uomo scomodo che faceva concorrenza ad altre imprese “losche” che, essendo con le mani in pasta con la mafia, riuscivano ad aggiudicarsi appalti e favori di ogni tipo. L’omicidio avviene in una strada di campagna isolata nei pressi della casa dove vive Rosa Nicolosi (Claudia Cardinale) con suo marito Paolo e la loro figlioletta. Ed è proprio Paolo Nicolosi ad assistere involontariamente al delitto, scomparendo anch’egli poco dopo. Le indagini sono condotte dal capitano dei carabinieri Bellodi (Franco Nero), un uomo del nord che tenta in ogni modo di sgretolare il muro di omertà dei siciliani che lo circonda, ma senza successo. L’unico che gli dà una mano è un confidente chiamato Parrinieddu (Serge Reggiani) che gli fornisce un indizio spingendolo a cercare nel mondo del tavolo da gioco. Anche Rosa, interrogata da Bellodi, si mostra reticente e poco collaborativa; Bellodi allora va a trovarla a casa e le porta la finta notizia della morte del marito, suscitando così in lei una reazione rabbiosa che le fa dire il nome di “Zecchinetta” come autore dell’omicidio di Colasberna.
“Zecchinetta” è tale Diego Marchica, così soprannominato per il suo vizio del gioco, e il mandante del delitto sarebbe Pizzuco (Nehemiah Perzoff), presidente di un’impresa edile rivale di quella della vittima e in combutta con don Mariano Arena (Lee J. Cobb), boss locale. Ed è proprio Don Mariano che, per stornare i sospetti, inizia a spargere la voce in paese che Colasberna avesse una relazione con Rosa Nicolosi; il Nicolosi, scopertosi tradito, lo avrebbe quindi ucciso prima di darsi alla latitanza per il più classico dei delitti d’onore. Ma Bellodi non crede alla pista passionale ed è convinto che Colasberna sia stato ucciso per essersi aggiudicato un appalto per la costruzione di una nuova strada che invece doveva essere appannaggio di potenti amici degli amici…

ilgiornodellacivetta3

ilgiornodellacivetta4

ilgiornodellacivettatitoli

Cast principale:

Franco Nero

Claudia Cardinale

Lee J. Cobb

Tano Cimarosa

Nehemiah Perzoff

Serge Reggiani

Regia: Damiano Damiani

Edizioni in dvd: Medusa

Formato video 1,85:1 anamorfico

commenti
  1. giovanninagp ha detto:

    Il tuo blog è una fonte inesauribile di notizie, questo titolo mi manca e ovviamente ora non posso che vederlo.
    Assolutamente da mettere nella mia lista, quando ti leggo mi viene sempre voglia di vedere un film da te recensito, se non ancora l’ ho visto e tante volte di rivedere quelli già visti.
    Non finirò mai di ringraziare te e il tuo blog per avermi dato la possibilità di avvicinarmi al cinema di questi gloriosi anni passati e di apprezzarlo in ogni sua sfumatura 😉

  2. Sep ha detto:

    Film clamoroso ancora oggi, con un commento sonoro splendido. E una Cardinale immensa. Davvero film DA VEDERE.
    grazie per la rece, grande al solito 🙂

  3. Alessandro Molinari ha detto:

    Oltre al valore cinematografico, è un film di notevole e importante insegnamento, e la tua maestra fece gran bene a proporvelo. Anche per me comunque, fu un titolo da cineforum scolastico, e riguardarlo ogni tanto, è sempre un immenso piacere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.