Colpo in canna (1975)

Pubblicato: 6 luglio 2019 in Commedia

colpo in canna

Dopo aver firmato autentici e indiscutibili capolavori del noir/poliziesco (“Milano calibro 9”, “La mala ordina”, “Il boss” e “Il poliziotto è marcio”) il regista Fernando Di Leo viene solleticato dall’idea di tentare nuove strade all’interno del genere nel quale ormai è un’eccellenza assoluta e gioca la carta della contaminazione con la commedia ispirandosi al western che con Trinità aveva trovato nuova linfa e, conseguentemente, un nuovo filone; non a caso questo “Colpo in canna” nasce come un “divertimento in due tempi”, come chiaramente esplicitato sui titoli di testa del film. La storia segue comunque un canovaccio noir e poliziesco in quanto affronta la spietata guerriglia tra due bande rivali con in ballo un grosso traffico di droga ma tutto, proprio tutto, è caricaturale ai limiti del macchiettistico. Basti pensare alla colonna sonora del fidatissimo Luis Enriquez Bacalov che sottolinea anche i momenti “seri” con una sorta di allegra marcetta (tema principale che si ripete spessissimo), per non parlare delle risse a suon di sberle in stile Bud e Terence che si dilatano sensibilmente per divertire il pubblico.
Caricature, dunque. Chi è la figura principale nel poliziesco? Il commissario di ferro, direte. Bene, eccolo a voi: Lino Banfi! E l’antagonista inafferrabile? Eccolo: Ursula Andress! L’idea di avere una protagonista femminile con atteggiamenti mascolini era da tempo un pallino del regista pugliese; indubbiamente la presenza scenica della prominente attrice elvetica risponde perfettamente ai requisiti (nella stesura iniziale della sceneggiatura doveva essere anche bisessuale) ma Di Leo, strada facendo, sembra non credere nel progetto fino in fondo e, per andare sul sicuro, preferisce affidarsi al nudo facile (esposto in tutta la sua fierezza) e ci piazza anche la classica storiella d’amore con il belloccio di turno che in questo caso è Marc Porel.
Il film è ambientato in una Napoli solare e splendente (i titoli di testa si stagliano sul classico panorama da cartolina con Vesuvio sullo sfondo) ma la città è, al contempo, stritolata dalla morsa della criminalità con la faida che si sviluppa tra due boss della camorra: Woody Strode (il suo look composto da jeans + canottiera rossa è strepitoso) e Aldo Giuffrè. Come si può notare, visti i nomi fin qui snocciolati, il cast è di tutto rispetto: nel gruppo dei gangsters spiccano anche un clamoroso Jimmy il fenomeno (che, diversamente dal solito, ha un ruolo abbastanza consistente e mostra perfino le chiappe nude), un Maurizio Arena finto prete (oltre che scopereccio e manesco) e un Raoul Lo Vecchio finto cieco. E se poi un Banfi commissario non basta a conferire il giusto tasso di comicità Di Leo gli cuce addosso anche un secondo ruolo: quello del tassista con baffetto e parrucca riccioluta, canterino e spericolato al volante… Ruoli femminili di contorno sono quelli della colored Carla Brait e di Isabella Biagini, purtroppo poco sfruttata (occasione mancata, a nostro avviso). La pellicola risulta stroncata un po’ da tutti, anche e soprattutto dagli estimatori dei capolavori noir di Di Leo che storcono il naso di fronte a questo “esperimento”; a noi invece piace andare fuori dal coro e sostenere con forza che si tratta di un film ben più che dignitoso e che bisogna evitare inutili paragoni con i titoloni illustri poc’anzi citati. In primis non avrebbe alcun senso, visto che parliamo di generi diversi. E poi perchè confinare Di Leo in un solo genere sarebbe un altro grave errore di superficialità nei confronti del compianto regista di San Ferdinando di Puglia. Vero è che magari non tutto funziona al 100% ma “Colpo in canna” è un film che almeno una visione se la merita senz’altro; gli ammiratori del cinema di Quentin Tarantino (e non solo loro) non potranno fare a meno di notare che il regista americano ha tratto qui ben più di qualche spunto per il suo “Jackie Brown” che vede protagonista una hostess di linea che riesce a fregare dei criminali…

colpoincanna1

colpoincanna2

Nora Green (Ursula Andress) è una hostess americana appena atterrata a Napoli. All’aeroporto viene avvicinata da un uomo misterioso, “l’americano”, che le offre 100 dollari per far recapitare a mano una lettera ad un certo Silvera (Woody Strode). Nora si reca all’indirizzo presente sulla lettera (si tratta di un luna park) e porta la lettera a Silvera che non la prende bene; si dà il caso che Silvera sia un boss della camorra e che la lettera contenga una minaccia di morte nei suoi confronti. Nora viene picchiata e conciata piuttosto maluccio in quanto ritenuta in combutta con “l’americano”; a soccorrerla provvede Manuel (Marc Porel), ex pugile e ora acrobata del circo, che la ospita a casa sua. Manuel la esorta a sporgere denuncia alla polizia presentandole il commissario Calogero (Lino Banfi) che però si dimostra alquanto inetto e superficiale e non è di grande aiuto… Silvera è da sempre un concorrente di don Calò (Aldo Giuffrè) al quale contende la supremazia del traffico di droga sulla piazza napoletana; don Calò, avendo saputo del messaggio a Silvera, fa pedinare Nora dai suoi sgherri per saperne di più. Lo stesso fa Silvera (per capire gli eventuali agganci di Nora con “l’americano”) e anche la polizia. Nora si addentra sempre più nel microcosmo della criminalità locale e, grazie a una serie di mirabolanti inseguimenti, riesce puntualmente a sfuggire a tutti i suoi inseguitori e non è così sprovveduta come appare…

colpoincanna3

colpoincanna4

colpoincannatitoli

Cast principale:

Ursula Andress

Woody Strode

Marc Porel

Lino Banfi

Isabella Biagini

Carla Brait

Aldo Giuffrè

Maurizio Arena

Regia: Fernando Di Leo

Edizioni in dvd: Rarovideo

Formato video 1,85:1 letterbox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.