Fotobuste at an exhibition n° 5: baby horror

Pubblicato: 25 maggio 2020 in Speciale fotobuste

Nel cinema horror la paura accostata al mondo dell’infanzia è un’arma vincente e la figura dei bambini, guardando in casa nostra, è stata sempre tenuta in altissima considerazione già a partire dalla Melissa Graps di “Operazione paura” di Mario Bava nel 1966. Curiosamente il buon Federico Fellini riproporrà una bambina diabolica praticamente identica nel suo segmento “Toby Dammit” all’interno del film collettivo “Tre passi nel delirio” ispirato ai racconti di Poe (e rieditato nel 1977 con il titolo “Non scommettere la testa con il diavolo”, abbinato al film “I clowns”). Nella nostra gallery odierna abbiamo voluto quindi costruire una bella cinquina made in Italy anni ’70 con 5 figure di bambini diabolici.
Si parte con il 1974 e il bellissimo “Chi sei?”: il regista/produttore Ovidio Assonitis pesca un po’ da “L’esorcista” e un po’ da “Rosemary’s baby” descrivendo la tormentata parabola di una donna incinta del Maligno e l’inquietitudine dei suoi figli, il cui più piccolo (David Colin Jr, che ritroveremo anche più avanti) alla fine si scoprirà essere…
Nel 1975 Massimo Dallamano utilizza Nicoletta Elmi (la bimba dai capelli rossi che ha popolato diversi horror italiani nella prima metà della magica decade) che ne “Il medaglione insanguinato” è una bambina che non ha superato lo shock della morte della madre ed è tormentata da incubi e visioni. Il ritrovamento di un antico medaglione d’argento appartenuto alla defunta madre e un dipinto raffigurante una strega bambina condannata a morte 200 anni prima ci faranno capire che…
Nel 1976 Marcello Aliprandi dirige il piccolo Alessandro Poggi in “Un sussurro nel buio”, raffinata storia di fantasmi e presenze che vedono il piccolo protagonista alle prese con quello che i genitori e uno psichiatra credono un amico immaginario e che invece è il suo fratello maggiore mai nato (la madre aveva interrotto la gravidanza al sesto mese).
Nel 1977 il Maestro Mario Bava conclude la sua strepitosa carriera servendosi nuovamente di David Colin Jr in “Shock”: qui le ansie di una allucinata Daria Nicolodi vengono acuite dal suo figlioletto che ha stabilito un contatto con il fantasma del suo papà, morto in circostanze piuttosto misteriose…
Sempre nel 1977 (a distanza di 9 anni dalla prima uscita nelle sale) ritorna sugli schermi la bambina che popolò il delirio allucinato di Terence Stamp/Toby Dammit in “Non scommettere la testa con il diavolo”

chi sei (1)

chi sei (2)

chi sei (3)

chi sei (4)

chi sei (5)

chi sei (6)

il medaglione insanguinato (1)

il medaglione insanguinato (2)

il medaglione insanguinato (3)

il medaglione insanguinato (4)

il medaglione insanguinato (5)

il medaglione insanguinato (6)

il medaglione insanguinato (7)

il medaglione insanguinato (8)

un sussurro nel buio (1)

un sussurro nel buio (2)

un sussurro nel buio (3)

un sussurro nel buio (4)

un sussurro nel buio (5)

un sussurro nel buio (6)

un sussurro nel buio (7)

un sussurro nel buio (8)

shock (1)

shock (2)

shock (3)

shock (4)

shock (5)

shock (6)

shock (7)

shock (8)

shock (9)

shock (10)

shock (11)

toby dammit (1)

toby dammit (2)

toby dammit (3)

toby dammit (4)

chi sei

il medaglione insanguinato

un sussurro nel buio

shock

toby dammitt

operazione paura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.